Serie A: La Lazio prende una boccata d’ossigeno, sbancato il Sant’Elia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:33

Cagliari (4-3-1-2): Marchetti; Marzoratti (6′ st Nenè), Lopez (19′ st Ariaudo), Canini, Agostini; Dessena, Conti, Biondini; Lazzari (36′ st Nainggolan); Matri, Jeda. A disposizione: Lupatelli, Barone, Brkljaca, Larrivey. All.: Allegri.

Lazio (3-5-2): Muslera; Biava (14′ st Diakitè), Stendardo, Dias; Lichtsteiner (34′ st Scaloni), Brocchi, Ledesma, Mauri, Kolarov; Floccari (41′ st Cruz), Rocchi. A disposizione: Berni, Hitzlsperger, Baronio, Del Nero. All.: Reja.

Arbitro: Celi di Campobasso

Marcatori: 4′ Rocchi (L), 37′ Floccari (L)

Ammoniti: Jeda, Lopez, Canini, Ariaudo (C), Ledesma, Floccari, Biava (L)

Sin dalle prime battute si intuisce che non sarà una grande giornata per il Cagliari. Passano solo 4′ e la Lazio si porta in vantaggio, Mauri è bravo a servire Capitan Rocchi che con un bel destro in diagonale sigla il suo terzo gol in campionato.

Gli isolani tentano di reagire con Lazzari che 2′ più tardi scaglia un gran tiro all’indirizzo della porta difesa da Muslera, il portierino uruguagio è tuttavia pronto e devia il pallone in calcio d’angolo

La Lazio sembra però padrona del campo e la squadra di Allegri latita soprattutto nella fase centrale del campo dove non riesce a costruire il gioco perdendo troppi palloni ed affrontando i contrasti in maniera molle e svogliata. Al 14′ Andrè Dias sugli sviluppi di un calcio d’angolo tenta in due occasioni di trafiggere Marchetti ma entrambi le conclusioni ribattono sulle gambe dei difensori cagliaritani.

Al 19′ ancora occasionissima per Rocchi, il portiere sardo esce anticipando un Floccari lanciato verso la rete, il pallone arriva sui piedi del giocatore ex Empoli ma il suo pallonetto è troppo alto e si spegne fuori.

I rossoblu tentano di uscire dal torpore che contraddistingue la loro partita ma apparte qualche bello spunto in velocità offerto da Jeda la loro prestazione continua ad essere totalmente insufficiente ed al 37′ arriva il secondo gol per i capitolini. Rocchi serve Floccari, l’attaccante calabrese è bravo a far fuori due difensori ed a despositare, di punta, il pallone in rete. Piovono i primi fischi sulla squadra di Allegri.

Il primo tempo finisce così con il meritatissimo vantaggio biancoceleste.

La ripresa comincia esattamente nella stessa maniera in cui si era conclusa la prima frazione di gioco, con la Lazio che tiene saldamente in mano il pallino del gioco ed al 46′ sfiora subito la terza marcatura. Grande giocata di Mauri che serve Kolarov a sinistra: cross dal fondo bucato da Marchetti, ma Agostini alle sue spalle fa un miracolo in tackle anticipando Lichesteiner, che stava pregustando la rete del tris.

I romani gestiscono il match con serenità mentre il Cagliari non prova praticamente quasi mai ad impensierire Muslera. Al 61′ Ledesma si rende pericoloso con un bel calcio di punzione battuto dalla medi distanza, Marchetti risponde bene ed evita il tracollo ai suoi. Al 69′ è Rocchi a rendersi pericoloso, il giocatore stoppa il pallone di petto e scarica un destro che sfiora il palo della porta avvesaria.

Il portiere cagliaritano è chiamato agli straordinari al 76′ quando deve dire di no prima a Floccari e poi due volte di seguito allo svizzero Lichtsteiner. A questo punto i ragazzi di Reja meriterebbero la terza rete.

L’ultima occasione è ovviamente ancora per gli ospiti con Mauri che sfodera un gran sinitro al volo che esce di poco a lato.

Cellino aveva dichiarato nei giorni scorsi che in caso di sconfitta la squadra avrebbe ripagato i biglietti ai tifosi presenti allo stadio. Alla luce della scandalosa prestazione offerta oggi ci sentiamo di dire che glu uomini di Allegri è il minimo che possono fare per farsi perdonare.

La Lazio dal canto suo è sembrata una squadra ben diversa da quella timorosa e “femmina” osservata fino alla settimana precedente, i tre punti oltre a fare morale fanno fare un importante passo avanti in classifica ai biancocelesti.

Simone Meloni

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!