Serie A, Sampdoria-Juventus 1-0: Un capolavoro di Cassano stende i bianconeri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:42

GENOVA- Sampdoria(4-4-2): Storari; Zauri Lucchini Gastaldello Ziegler; Semioli Palombo Poli(71′ Tissone) Guberti(53′ Mannini); Pazzini A.Cassano(81′ Testardi). A disposizione: M.Cassano, Rossi, Accardi, Scepovic. Allenatore: Del Neri.

Juventus(4-3-1-2): Chimenti; Zabina Legrottaglie Cannavaro Grosso; Poulsen Marchisio(75′ Candreva) Sissoko; Diego(83′ Camoranesi); Iaquinta(55′ Trezeguet) Del Piero. A disposizione: Pinsoglio, Chiellini, Felipe Melo, Salihamidzic. Allenatore: Zaccheroni.

Arbitro: Tagliavento

Marcatori: 76′ A.Cassano(sam)

Ammoniti: Lucchini, Pazzini, Storari(sam); Marchisio, Legrottaglie(juv)

1 tempo- A differenza delle indicazioni della vigilia, Zaccheroni recupera Marchisio e lo schiera titolare dal primo minuto. Per Del Neri, invece, formazione identica a quella che ha pareggiato a Bologna con in campo Cassano dal primo minuto. La prima occasione della partita è di marca juventina con Legrottaglie che al 5′ manda alto il suo colpo di testa dopo un liscio di Storari. Il match si rivela chiuso nelle prime battute, con i blucerchiati che si chiudono ottimamente a riccio, non consentendo agli ospiti sbocchi nella manovra. Al 23′ bianconeri ancora avanti con Iaquinta che, ottimamente imbeccato da Poulsen, svirgola il pallone davanti al portiere avversario e l’azione svanisce. La Samp non ci sta e reagisce prima sul piano del gioco e poi con un’occasione clamorosa da gol con Cassano che al 35′, devia di testa la sponda di Lucchini ma Marchisio, provvidenzialmente piazzatosi sulla linea di porta, sventa il pericolo a portiere battuto. La Juventus si rende due minuti più tardi ancora pericolosa su azione da corner ma Cannavaro, liberarotosi perfettamente in area, tira centralmente verso Storari. Al 42′ altra occasione per il n.99 blucerchiato che, dopo un ottimo filtrante di Poli, si trova a tu per tu con Chimenti ma quest’ultimo sventa il tentativo del calciatore di Bari vecchia con un ottima parata. Un minuto più tardi sterile tentativo di Diego da fuori area ma il suo tiro finisce debolmente tra le braccia del portiere avversario. Termina 0 a 0 un primo tempo ben giocato da entrambe le squadre.

2 tempo- L’inizio della ripresa fa segnare soltanto le sostituzioni di Guberti e Iaquinta che lasciano il campo a Mannini e Trezeguet. La prima occasione la crea Del Piero al 57′ con la sua classica azione ad accentrarsi dalla sinistra, ma il suo tiro a giro termina di poco alto. La partita prosegue su ritmi bassi, con la Juve che tenta di fare gioco e la Samp che cerca di sfruttare le ripartenze in contropiede ma, a deficitarne, è lo spettacolo che scarseggia. Al 72′ i padroni di casa si fanno vedere in avanti con Gastaldello che devia di testa una punizione dalla sinistra di Ziegler, ma Chimenti blocca bene a terra. Al 76′ la partita finalmente si sblocca: capolavoro di Cassano che sfrutta una sponda aerea di Mannini e con una bordata da 35 metri buca la rete bianconera. 1 a o. Cinque minuti dopo Del Neri concede la standing ovation al barese sostituendolo con il giovane Testardi. La Samp continua a spingere e all’85’ va vicina al raddoppio con Mannini, ma il suo tiro a giro dal limite dell’area viene ottimamente deviato in angolo da Chimenti. Riflettori ancora per l’estremo difensore bianconero che all’88’ compie un miracolo su Testardi, mandando in angolo il suo bolide di sinistro dai 20 metri. Questa è l’ultima occasione degna di nota della partita.

Continua la crisi nera della Juventus che ora in classifica viene sorpassata anche dalla Sampdoria del ritrovato Cassano che ha guidato i suoi verso un’importantissima vittoria. Tra i bianconeri delude ancora Diego.

Antonio Pellegrino

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!