Carmela Gualtieri scoppia in lacrime a “Mattino Cinque”: “Non volevo reagire così”

La notorietà che sopraggiunge tutta d’ un colpo, a volte può costituire un’ arma a doppio taglio per chi ne beneficia. Ne sa qualcosa Carmela Gualtieri, ex concorrente della decima edizione del “Grande Fratello”, eliminata dal televoto popolare prima che si disputasse la finale ma che si è fatta notare all’ interno dello stabile di Cinecittà, per il suo carattere spigliato ed estremamente reattivo a qualunque pressione.

Impulsiva e loquace, la ragazza catanese è stata vittima di uno scherzo elaborato ad arte dalla trasmissione in onda su Italia Uno “Le Iene” che ha messo a dura prova la sua pazienza e testato l’ emotività di altri due ex coinquilini, Tullio ed il secondo classificato Giorgio Ronchini.

Una vera e propria imboscata mediatica nella quale la fidanzata di George Leonard ci è cascata di gran carriera, proferendo una buona dose di parolacce arricchite da uno sproloquio, che male si confà ad una ragazza acqua e sapone. Carmela non ha digerito che la finta p.r. all’ entrata di una discoteca, altri non era che una “Iena”, non l’ avesse dato il permesso di entrare a far parte della serata perchè “non in lista e chi non risulta in lista non entra, queste sono le regole”; a tono e senza arzigogoli filosofici, Carmela rovente nell’ animo aveva offeso l’ attrice con epiteti inequivocabili:

“Sei una cafona ed una gran cretina, lo sai chi sono io? Io entro perchè ho fatto 114 giorni nella casa del Grande Fratello ma tu sei troppo stupida. L’ invidia è una brutta bestia, lo sai? Per pagarti le scarpe che ho in questo momento addosso devi lavorare degli anni”.

La bagarre all’ ingresso del locale si è poi sedata nel momento che a Carmela è stato rivelata la pantomima, ma ospite a “Mattino Cinque”, i conduttori Federica Panicucci e Paolo Del Debbio sono voluti tornare sul carattere messo in mostra dalla ragazza siciliana, accusata di essersi montata la testa solo per aver partecipato al reality show. Dapprima, Carmela si è scusata pubblicamente, giustificandosi di essere troppo schietta ed impulsiva e di dover imparare a contare fino a dieci prima di rispondere, poi è crollata in un pianto liberatorio al fianco della Panicucci che le ha fatto recapitare un bicchiere d’ acqua fresca, nel tentativo di calmarla.

Palesemente pentita della disdicevole reazione esternata, Carmela ha voluto sottolineare che l’ aggressività a questi livelli non fa parte del suo carattere, ma le lacrime scese sul suo volto sono di certo il segno più inequivocabile della sua amarezza e l’ impegno affinchè episodi del genere non avvengano più.

Gionata Cerchiara