Epifani: Inaudito per un governo manifestare, la democrazia ha altri strumenti

Guglielmo Epifani, presidente della Cgil

Torino, 22 marzo. ”Sono rispettoso di chi va in piazza ma è certo un po’ curioso che un governo che parla sempre dei numeri nostri, questa volta si trovi a fronteggiare i numeri degli altri”. Così commenta Guglielmo Epifani, leader della Cgil, oggi a Torino per il congresso regionale del sindacato, la polemica sui numeri che si è avviata in seguito alla manifestazione del Pdl che ha avuto luogo sabato scorso a Roma: ”In Piazza San Giovanni – ha concluso Epifani – c’era gente, ma vista dall’alto la piazza non era pienissima”.

Ma il lato più importante da cui osservare l’intera faccenda, a ben guardare, riguarda la manifestazione stessa. Secondo lo stesso punto di vista già espresso giorni addietro dal leader dell’Idv Antonio Di Pietro, infatti, Epifani si appresta ad osservare: ”Non so quanti governi al mondo  promuovono iniziative di piazza, perché il governo ha altri strumenti, altre forme, ha una maggioranza: non va in piazza, la vera stranezza è questa. In tutta Europa non mi sembra che sia mai successo”.

Queste le considerazioni sulle recenti iniziative del Pdl, promosse dal premier Berlusconi. In attesa che “diano nell’occhio” maggiormente di quanto non stiano finora facendo le più recenti bizzarrie del presidente del Consiglio e del suo seguito, che sembrano ormai diventare innegabili per numero e per portata di novità.

Sandra Korshenrich