Germania, la Merkel “apprezza” la lettera del Papa ai vescovi irlandesi

La lettera che Papa Benedetto XVI ha inviato ai vescovi irlandesi per parlare degli  abusi sessuali commessi dai membri della Chiesa è stata apprezzata dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. A renderlo noto è stato il portavoce del governo di Berlino, Ulrich Wilhelm. La cancelliera- ha detto Wilhem- “si e’ detta contenta che il Pontefice abbia parlato apertamente sia di come riparare agli errori del passato sia della necessita’ di una migliore prevenzione in futuro”.

Un altro membro del governo tedesco,  il ministro degli esteri Sabine Leutheusser-Schnarrenberger, in un’intervista al quotidiano Frankfurter Rundschau, ha chiesto al Papa di occuparsi ora anche dei tanti casi di abusi venuti alla luce proprio nel suo paese natale. La liberale Schnarrenberger ha infatti dichiarato di considerare  “probabile” un imminente intervento di Benedetto XVI sugli abusi verificatisi in Germania. Nell’intervista il ministro ha anche annunciato l’allungamento dei tempi di prescrizione dei processi civili per risarcire le vittime degli abusi sessuali. L’attuale termine infatti è di tre anni dal ventunesimo compleanno della vittima.   

La lettera pastorale del Papa alla Chiesa irlandese ha generato anche delle critiche all’interno della società tedesca. Frankfurter Allgemeine Zeitung, membro del partito conservatore, ha infatti criticato la scelta del Pontefice di inviare una lettera alla Chiesa irlandese  proprio nel momento in cui a venire alla luce sono molteplici casi di pedofilia nella Chiesa tedesca. Zeitung ha inoltre sottolineato la necessità di fare riferimento a quei problemi strutturali che potrebbero “favorire” la pedofilia, come il celibato dei sacerdoti.