Simulazione di una missione su Marte

Il pianeta rosso

Tra i candidati finali dell’Agenzia spaziale europea e per Mars 500, che simulerà una missione spaziale su Marte, c’è anche un nostro connazionale: Diego Urbina, giovane ingegnere. I sei candidati vivranno in un’astronave virtuale per 520 giorni: 490 serviranno per il viaggio dalla Terra a Marte e per quello di ritorno,  i restanti 30 saranno dedicati alla simulazione dell’esplorazione della superficie del pianeta.

Simonetta Di Pippo, durante la presentazione di oggi, ha sottolineato le condizioni estreme a cui l’equipaggio sarà sottoposto e l’intento di realizzare una vera e propria missione su Marte, che tuttavia non si potrà fare prima del 2035-2040.

Simona Leo