Ferrara: si inaugura il Salone del Restauro

E’ attesa per domani pomeriggio, a Ferrara, l’inaugurazione della 17/a edizione del Salone dell’Arte del Restauro. Ad aprire i battenti alle ore 14.30 nella cornice di Palazzo Schifanoia  un interessante convegno patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dall’eloquente titolo “Economia e Beni Culturali: quali prospettive per l’Italia?”. Saranno gli interventi di Mario Resca, Vittorio Sgarbi, del Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, di Carla Di Franceschi in rappresentanza della Regione Emilia Romagna, di Francesco Micheli, Presidente dell’Associazione Festival Internazionale della Musica, e di Fabio Isman, giornalista del Messaggero, a portare luce su una delle più sentite battaglie del centro destra in termini di Beni Culturali, come e se  sia cioè possibile trarre profitto dal patrimonio nazionale.
A seguire, per continuare sulla stessa linea, la sessione dal tema “Restauro: sinergie tra pubblico e privato” con Armida Batori, direttore dell’Istituto Centrale per il Restauro e la conservazione del patrimonio artistico e librario, Gisella Capponi dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, Luciano Marchetti, vice commissario delegato per la tutela dei beni culturali e, oviamente, alla presenza e con l’intervento di alcuni esponenti del settore privato.  

Se la partenza lascia dunque intravedere una forte componente politica, la parte del leone da qui a sabato, giorno della chiusura, sarà giocata dagli aspetti tecnici. Spazio dunque anche a convegni sul tema, incontri con tecnici ed espositori, con alcune “chicche” come il restauto della fortificazione di Gozo a Malta. Tra gli invitati, ovviamente, anche l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero. E date le premesse non poteva essere altrimenti. 

Alberto Martinelli