Google: ancora bloccati siti proibiti

CONDIVIDI

Pechino, 23 mar. –  Ancora inaccessibili, come sempre, i siti web sui quali il governo cinese ha posto il veto. E’ così che la società informatica americana ha rediretto ieri tutto il suo traffico verso il portale del suo sito di Hong Kong, il cui governo è apertamente contrario alla politica di censura di Pechino. Facendo click sul sito cinese Google.cn e, se si è in Cina, anche su Google.com,   si viene automaticamente reindirizzati sul portale di Hong Kong Google.com.hk, che è bilingue.

L.T.