Inaugurato il nuovo Day Center dell’Istituto europeo di oncologia

É Stato inaugurato oggi, martedì 23 marzo 2010 dall’ex ministro della Sanità, Umberto Veronesi, e dal presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, il nuovo Day Center, vale a dire l’estensione dell’istituto europeo di oncologia, progettata per fare in modo di assolovere a tutte quelle prestazioni che non richiedono ricovero ospedaliero.

Il Day Center si struttura su Tre piani, e presenta 39 ambulatori per visite ed esami diagnostici, cinque sale operatorie e altrettante per endoscopia e per medicina nucleare, in una struttura che dispone anche di sale ambulatori chirurgici e di 32 posti per il day hospital.

L’obiettivo è quello di facilitare la diagnosi delle malattie e cercare di fare quanti più interventi possibile in un anno: si presuppone 5.400, nonché 18 mila trattamenti. Questo edificio è affiancato a quello principale e costituisce il prototipo di ospedale che sognava da tempo Umberto Veronesi; questi, ha infatti commentato la nascita del Day Center con queste parole: “l’edificio che inauguriamo oggi è il segno concreto di un nuovo modo di trattare i tumori, legato alla maggiore guaribilità”.

L’intenzione, inoltre, è quella di assecondare la crescita naturale della medicina, che in futuro “si dividerà tra diagnostica e terapeutica, andiamo verso una sempre maggiore diffusione della diagnostica nel mondo”, spiega l’oncologo.

Tra l’altro, una caratteristica dello Ieo è quella di essere meno “ospedale” e più luogo di accoglienza per chi soffre e vuole guarire: “l’ospedale deve cambiare – continua Umberto Veronesi – proiettarsi verso la popolazione e organizzarsi per una medicina sempre più preventiva e orientata alle caratteristiche e ai bisogni della persona. Il nuovo ospedale deve essere più umano, più accogliente per chi varca le sue soglie con un carico di ansia spesso molto pesante e in una situazione di debolezza psicologica”.

L’Istituto europeo di oncologia si proietta verso un futuro caratterizzato anche da una migliore alimentazione: “vorremmo che diventassero vegetariani tutti i nostri pazienti perchè dobbiamo dare anche l’esempio di una giusta alimentazione”.

Angela Liuzzi