Mangiare le noci per rallentare i tumori

Le noci sono un ottimo metodo per rallentare i tumori, poiché regolano l’attività dei geni implicati e ostacolano la crescita della massa tumorale, nel caso in cui dovesse essere presente.

Questa è l’ipotesi di una ricerca condotta dall’Università della California, diretta dal dottor Paul Davies e presentata alla riunione di San Francisco dell’American Chemical Association.
Il dottor Paul Davies si è dichiarato fiducioso e convinto che gli effetti benefici che le noci hanno avuto sui roditori possano ripetersi anche per l’uomo.

Le noci sono state infatti testate su alcuni roditori, geneticamente modificati per sviluppare il tumore alla prostata. Una volta indotto il tumore, i topi sono stati divisi in due gruppi: in questo modo, un gruppo di roditori è stato alimentato con l’equivalente di 70 grammi di noci al giorno, l’altro gruppo, definito “gruppo di controllo” non ha assunto noci. L’esperimento si è portato avanti per 18 settimane.

Al termine della prova, i ricercatori dell’università californiana hanno subito osservato come il gruppo di roditori alimentato con le noci presentasse uno sviluppo del tumore pari al 30-40% rispetto a quello del gruppo di controllo, unita a minori livelli di Igf-1, proteina associata allo sviluppo di questo tipo di cancro. Tra le altre cose, le noci esercitano un’azione di sorveglianza sulla maggior parte dei geni legati al metabolismo e implicati nel processo di nascita e sviluppo delle cellule cancerogene.

A onor del vero, gli studiosi hanno dichiarato che già in passato si erano scoperti gli effetti positivi che le noci hanno sulla salute dell’uomo: le si era poste in relazione, infatti, con le malattie cardiovascolari, che esse “combattono”. E se bisgona dire grazie alle noci, è soprattutto per la presenza al loro interno di omega-3, vale a dire acidi grassi.

Il dottor Devis ha commentato: “Questo studio ha dimostrato che nelle cavie una quantità’ di noci facilmente assumibile anche dall’uomo mantiene controllato il tumore, e ho buone speranze che questo possa avvenire anche nei pazienti.” Egli sttolinea anche che per essere efficaci le noci vanno inserite “all’interno di un’alimentazione equilibrata che comprenda frutta e verdura”.

Angela Liuzzi