Home Anticipazioni

Milano: test di italiano per aprire un bar

CONDIVIDI

E’ del consigliere regionale della Lega Nord, Fabrizio Cecchetti, una proposta che non riscuoterà molto successo: un esame di lingua italiana obbligatorio per tutti gli immigrati che vogliono aprire un bar o un ristorante in Lombardia. Cecchetti sostiene che conoscere la nostra lingua è il minimo necessario per garantire al cliente sicurezza e salute e per gestire un’attività per la quale la comunicazione costituisce un requisito fondamentale. La proposta susciterà certamente parecchie discussioni, dal momento che la lingua di Dante è un tasto dolente non solo per gli stranieri, ma anche per chi in questo paese ci è nato e ci vive.
Antonella Gullotti