Ridotta la pena a Luigi Campise

Tribunale di Catanzaro

Ridotta la pena del giovane Luigi Campise, ventiseienne che il 28 febbraio 2007 ha ucciso la fidanzata Barbara Bellerofonte. Contro la diciannovenne esplose quattro colpi di pistola; la giovane dopo venti giorni di coma morì, tradendo le speranze dei familiari.

Era stato condannato a 30 anni di reclusione per l’omicidio, ma la Corte d’Appello di Catanzaro ha ridotto la pena. Il catanzarese, così, dovrà scontare una pena di 16 anni. Questo è quanto si è deciso oggi nella Corte d’assise d’appello.

Simona Leo