Samp, Storari:” Ho detto a Cassano di provarci”

Il gol di Cassano contro la Juve è un colpo che solo i grandi campioni possono inventare, sintesi della loro fantasia e della loro irrazionalità, incoscienti al punto giusto da provare un tiro che la maggior parte dellle volte diventa un comodo assist al portiere avversario.

Il portiere della Samp Storari ha raccontato, a Sampdoria.it, un retroscena.

“Fin dall’inizio della partita – confessa l’estremo difensore blucerchiato – ho suggerito ad Antonio di provare il tiro dalla distanza. L’ho detto a lui, a Pazzini, a Poli e a Palombo: provateci e riprovateci. Pioveva, il pallone era viscido e per un portiere diventa difficile bloccare certi tiri. Poi Cassano ci ha messo del suo: è stato geniale e bravissimo. A me invece è andata bene perché la Juve in porta ha concluso davvero poco”.

Merito di una difesa superba, la migliore del campionato per le partite casalinghe?
“Sì, senza ombra di dubbio. Al di là delle statistiche sono davvero molto contento. I miei compagni dietro non sbagliano davvero niente. Ne parlavo anche con mister Conti: sono difensori concentrati, attenti, hanno oliato alla perfezione i meccanismi e le cose stanno andando per il verso giusto”.

Lo dicevi tu: i bianconeri non hanno quasi mai tirato in porta.
“Attaccanti del calibro di Del Piero, Iaquinta e Trezeguet non hanno mai tirato in porta: credo che il merito sia soprattutto della difesa ma non solo: tutta la squadra ci dà una grossa mano”.

Tu comunque ti sei tenuto in forma con un tris di uscite mica male…
“A dire il vero ne ho fatta pure una a vuoto… Scherzi a parte, direi che mi ha aiutato in quelle occasioni mi ha aiutato il campo bagnato: la palla scivolava piuttosto velocemente e io sono uscito senza paura”.

Senza paura sembra anche questo Doria, che due mesi fa trovasti in una situazione anonima. Cosa è cambiato dallo scorso gennaio?
“Al mio arrivo ho trovato subito un gruppo solido e unito. Io il momento negativo non l’ho vissuto e non riesco a pronunciarmi in merito. Ora posso soltanto parlare di una Sampdoria guarita, in forma e combattiva. E non posso far altro che fare i complimenti ai ragazzi e all’allenatore per essere riusciti a invertire una tendenza negativa”.

Domani si va a Bari, partita insidiosa?
“Certo, come tutte del resto. Noi però siamo consapevoli della nostra forza, contro la Juventus l’abbiamo dimostrata e abbiamo tutta l’intenzione di metterla in campo anche al “San Nicola”.

Fonte: Sampdoria.it

Pasquale Della Valle