Amici 9: resoconto puntata (24-03-2010 seconda parte). Il Calore di Emma riscalda il pubblico

 
Rientrati in casetta dopo la semifinale i ragazzi continuano a commentare le prove più significative e le emozioni provate.

Emma è ancora rammaricata per l’eliminazione di Stefano. La ragazza ammette che il padre è legatissimo al ballerino. Afferma addirittura che sarà certo felice per la qualificazione della figlia, ma al contempo dispiaciuto per lui. Per quanto riguarda lei poi, grande è il rimpianto per non aver salutato il ragazzo, con il quale ha/ha avuto una relazione, una volta finita la diretta. Tolto questo piccolo dispiacere però la cantante non nega la sua grande gioia per la qualificazione alla finale e per il primo posto in classifica di gradimento.

Emma e Pier Davide vengono interrogati al video box sulle esibizioni della serata, e la ragazza annovera tra i momenti migliori la sua prova nella canzone di Sinead O’Connor, eseguita nella sfida con Loredana: “La canzone che mi ha fatto emozionare di più è stata Nothing compares to you sinceramente. Perchè quel testo diceva tante cose e mi ha veramente emozionata”.

Ma non solo. La bionda cantante che in finale ha scelto di vestire di nero ( l’avrà scelto per caso perché è stato il colore indossato nella finale dello scorso anno da Alessandra Amoroso?), è l’interprete di uno degli inediti più apprezzati di quest’edizione. La sua Calore, scritta per lei da Roberto Angelini, ha trascinato il pubblico ed esaltato Emma: “Mi ha emozionato Calore. Anche se non l’ho scritta io, comunque ci ho lavorato e quando ho sentito le persone cantare parola per parola mi sono sentita male. Mi sono sentita male perché in quel momento erano loro che davano a me e non io a loro. Io li mi sono sentita una formichina, ma è stata la cosa più emozionante che mi potesse succedere”.