Mafia, Catania: uccisa forse la persona sbagliata

CONDIVIDI

Giovanni La Porta, l’uomo di trentanove anni ucciso ieri a Catania, potrebbe non essere stato il vero obiettivo dei sicari. Secondo la polizia e la procura, infatti, l’agguato, di probabile stampo mafioso, non era rivolto a lui, ma al cognato, Orazio Magrì, affiliato alla cosca Santapaola. L’omicidio è avvenuto proprio di fronte alla casa presso cui abita quest’ultimo, che nel frattempo si è reso irreperibile, confermando così i sospetti della polizia. Si attendono ulteriori sviluppi.
Antonella Gullotti