Marco Mengoni: le dichiarazioni di un artista libero da ogni luogo comune

Re matto di nome e di fatto. Miglior esempio di uno stile di vita e di un’arte di tipo libertario, dove non esiste nulla di definitivo o peggio ancora stantio, ma tutto è in permanente movimento, Marco Mengoni, vincitore della terza edizione del talent show targato Rai2, “X Factor” e terzo classificato al 60° Festival della Canzone Italiana di Sanremo stupisce ogni giorno di più.

All’apice di un successo che gli dati stessi relativi all’andamento delle vendite definiscono come stra-meritato, il Re Matto viterbese, ha saputo, nonostante la giovane età, sviluppare, una personalità, chiaramente destinata ad una continua evoluzione, di grande spessore che, combinata alle particolari capacità più propriamente musicali, ha creato quello che nell’accezione più ampia si può definire con il termine di “artista”. Una caratteristica questa che non è certamente passata inosservata a vari mostri sacri della musica italiana, nomi del calibro di Adriano Celentano o di Mina. Ma su ciò non è necessario aggiungere altro.

Invece qualche altra parolina la spendiamo su un altro fronte.
In questi giorni infatti il cantautore nato a Ronciglione, non sta facendo notizia solo per la sua inarrestabile scalate alle classifiche con il suo “Re matto“, un album pop/rock di inediti, eccetto la cover di Eric Clapton, ma anche per il ricorso, durante alcune intrviste, a mezze frasi e parole ambigue, caratteristica questa espressiva proprio della sua personalità da Re Matto.

A Sky.it Mengoni ha infatti rivelato di essere single ma di ricevere proposte di matrimonio sia da uomini che da donne. Una considerazione che non ha mancato, nei commenti sulla rete, di sollevare il solito vespaio di polemiche, mai spente, sui gusti sessuali del cantante. Polemiche vecchie come il mondo che ancora non hanno capito come l’ex vincitore di X Factor non possa essere incasellato in nulla. Le personalità libere non rispondono ad alcuno schema predefinito. L’artista, proprio a dimostrazione di questa “regola” ha anche parlato della donna con cui vorrebbe convogliare a nozze: “Victoria Cabello“, aggiungendo però che il matrimonio andrebbe celebrato a Las Vegas “per poterci ripensare la mattina dopo”, e concludendo con due parole che sintetizzano la sua personalità: “Viva la libertà”.