Medico muore sulla Serenissima

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:54

Il medico originario di Flumeri, in provincia di Avellino, è morto ieri in un incidente stradale, stesso tragico destino del fratello, che l’aveva lasciato lo scorso dicembre.

Gennaro Brescia, 48 anni, ha perso la vita in seguito ad un incidente avvenuto sulla A4, nel comune di Venezia. Da qualche anno il dottore si era trasferito con la famiglia a Ferrara, dove prestava servizio, come medico sportivo per la società Giacomense, squadra di campionato della seconda divisione.

Stava tornando da Venezia, dove lavorava per alcune società sportive di basket come ecografo quando, probabilmente a causa di un malore, che le indagini dovranno confermare, la sua auto ha sbandato pericolosamente a sinistra, urtando il guardrail.

Dopo una serie di testa coda vorticosi, l’autovettura si è fermata sotto il cavalcavia di Arino. Il dottore è morto sul colpo.

Lascia una moglie e due figli, una bambina di otto anni ed un bimbo di tre. Profondamente colpito da questo lutto anche il presidente della Giacomense, Walter Mattioli che si esprime con queste parole:

“Era già parte della famiglia. Quando era a Masi, scambiavamo sempre volentieri alcune battute insieme, com’era avvenuto la scorsa settimana. Per noi era diventato un punto di riferimento. E dispiace tantissimo per quanto accaduto. Nel pomeriggio era atteso al nostro Centro Sportivo per la consueta presenza del martedì alla ripresa degli allenamenti. La sua scomparsa lascia segnato non solo me, ma tutti i ragazzi della squadra, dello staff tecnico e della dirigenza”.

La scomparsa del dottor Gennaro Brescia lascia sgomenti anche tutti coloro che lavorano nel Centro riabilitativo “Idrokinetik” di Occhiobello. “Era un medico vecchio stampo, disponibile verso tutti – racconta Mattia Guerzoni, responsabile della struttura rodigina – Era dedito alla professione in modo unico, come era unico nella sua persona. Era il mio medico personale: di lui mi fidavo ciecamente come tutti i clienti della clinica e i suoi pazienti. Sono rimasto toccato nel profondo. Una grave perdita anche per la sua famiglia, bersagliata gravemente in questi ultimi mesi”.

Giulia Di trinca



Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!