Napolitano: “Voglio difendere l’unita del paese”

24 marzo – È quello che Napolitano non cessa di ripetere da quando si è insediato alla massima carica dello Stato. “Non penso ad altro che a questo: a come contribuire per la mia parte a tenere unito il Paese”. Il capo dello stato ha ribadito il suo “dovere costituzionale” anche questa mattina, in occasione della cerimonia alle vittime delle Fosse Ardeatine, nel 66° anniversario della strage compiuta dai nazi-fascisti.

Gli appelli alle forze politiche perché trovino finalmente un terreno di dialogo, soprattutto sul versante delle riforme costituzionali, sono pressoché quotidiani. “Vorrei sapere – ha commentato  – quando diventeremo un paese “normale”, in cui maggioranza e opposizione si confrontano sui problemi del paese senza reciproche delegittimazioni, soprattutto quando è in gioco il governo delle regioni e delle amministrazioni locali”.

j.k.