Serie A, Genoa-Palermo 2-2: i rossoblù si salvano all’ultimo secondo

Una bellissima partita fra due grandi formazioni ha regalato emozioni fino all’ultimo secondo. E’ finita 2-2 tra Genoa e Palermo con i rossoblù che trovano il pareggio su rigore al ’95. Palermo imbestialito con la terna arbitrale per l’eccessivo recupero concesso, ma la divisione della posta appare la soluzione più giusta tra due squadre che si sono affrontate a viso aperto per tutti i quasi ‘100 minuti di gioco. Il Palermo rimane comunque solitario al quarto posto, in virtù della sconfitta della Sampdoria. Il Genoa invece può ancora sperare di raggiungere una buona posizione “europea”.

Entrambe le squadre scendono in campo con tante sorprese, alcune inaspettate. Delio Rossi lascia in panchina Miccoli mettendo Hernandez, mentre Goian è preferito a Bovo al centro della difesa. Gasperini rispolvera Palladino dal primo minuto e schiera Tomovic in difesa. Si parte subito fortissimo, soprattutto sulle fasce dove entrambe le formazioni scendono in velocità con frequenti ribaltamenti di fronte. Sfiora il gol Bocchetti al ‘9 mettendo di poco a lato un colpo di testa da posizione ravvicinata. Pastore e Palacio sono le anime offensive dei due team che però faticano a trovare la porta. Si prova allora per vie centrali e il Palermo inizialmente si trova impacciato, poi fa valere la sua superiorità fisica con Migliaccio e Nocerino.

E’ il Genoa però, ad avvicinarsi di più al gol con Sculli che prima calcia al volo su cross dalla destra (’21) e poi (’25), marcato da Goian, si gira e calcia velocemente. La prima conclusione termina alta, la seconda sfiora il palo. Al ’26 Amelia stava per combinare un pasticcio e per poco non prende gol sulla conclusione di Pastore. Palacio è il migliore dei suoi e al ’32 conclude alto dopo una buona iniziativa. Nel momento migliore del Genoa arriva il gol degli ospiti. Malinteso fra Criscito e Tomovic, ne approfitta Hernandez che è lesto a toccare di punta e mettere alle spalle di Amelia. Si va al riposo con il Palermo che rischia di segnare ancora con Cavani. Troppo disattenta la retroguardia rossoblù.

Inizialmente niente cambi al rientro in campo, poi Gasperini cambia volto ai suoi togliendo Mesto e uno spento Zapater per inserire M.Rossi e Suazo, sbilanciandosi in attacco. Così facendo però, gli spazi concessi in contropiede aumentano e il Palermo non li sfrutta a dovere. Al ’64 ad esempio, Pastore libera Cassani al tiro, ma la mira non è quella giusta. Entra anche Kharja per Tomovic. Sculli ha la palla del pareggio al ’66, ma Goian stoppa provvidenzialmente. Nei rosanero fuori Hernandez per Miccoli, ma la partita la fanno i padroni di casa in questa fase. Finalmente al ’74 arriva il pareggio su calcio d’angolo con Bocchetti che stacca più in alto di tutti e mette all’angolino. Sembra che le sorti si stiano capovolgendo quando invece arriva il raddoppio del Palermo. Cross di Balzaretti e Pastore tocca quanto basta per infilare Amelia. 1-2.

Entrano Tedesco e Blasi per Bertolo e Nocerino, rifiata il centrocampo rosa. All’87 Kjaer, già ammonito, commette fallo al limite su Palladino e viene espulso. Palermo in dieci. Sulla punizione seguente Sirigu compie un miracolo togliendo la palla di Milanetto dall’incrocio dei pali e ancora dopo, Pastore blocca il tiro di Bocchetti a due passi dalla porta. Il recupero si allunga a causa dell’infortunio di Balzaretti che lascia i suoi in 9. Sembra che la vittoria sia ormai acquisita da parte dei siciliani quando all’ultimo secondo di recupero Sirigu stende inevitabilmente Criscito in area. Calcio di rigore che Kharja segna, rianimando il Genoa nella corsa all’Europa. Ospiti che recriminano sul recupero, ma sono ancora loro i favoriti per il quarto posto.

GENOA-PALERMO 2-2

MARCATORI: Hernandez al 34′ p.t., Bocchetti al 30′ s.t., Pastore al 33′ s.t ., Kharja al 52′ s.t. su rigore

GENOA (3-4-3): Amelia; Tomovic (Kharja dal 21′ s.t.), Moretti, Bocchetti; Mesto (Suazo dal 10′ s.t.), Milanetto, Zapater (Rossi dal 10′ s.t.), Criscito; Palacio, Sculli, Palladino (Scarpi, Fatic, Lazarevic, Aleksic). All. Gasperini

PALERMO (4-3-1-2): Sirigu; Cassani, Goian, Kjaer, Balzaretti; Migliaccio, Nocerino (Blasi dal 41′ s.t.), Bertolo (Tedesco dal 37′ s.t.); Pastore; Hernandez (Miccoli dal 22′ s.t.), Cavani (Benussi, Bovo, Morganella, Celustka). All. Rossi.

ARBITRO: Valeri di Roma

NOTE: spettatori 22.000 circa. Angoli: 9-3 per il Genoa. Espulso al 43′ st Kjaer per doppia ammonizione. Ammoniti: Milanetto, Kjaer, Bocchetti, Cavani, Pastore, Balzaretti. Recupero: 1′; 4’+2’30.

Giuseppe Greco