Verso Catania-Fiorentina: convocati e dichiarazioni. La prima di Barrientos

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:22

Pablo Cesar Barrientos, 24 anni, alla prima apparazione stagionale con la maglia del Catania

Proprio alla vigilia di Catania-Fiorentina, gli allenatori delle due squadre hanno diramato la lista dei convocati per la sfida infrasettimanale allo stadio “Massimino” di mercoledì sera alle 20.45.

Tra le fila dei padroni di casa c’è una grande novità: per la prima volta in questa stagione è stato convocato Pablo Cesar Barrientos, trequartista argentino di 24 anni, grande colpo dello scorso mercato estivo. Non era mai riuscito a scendere in campo con la maglia etnea a causa di un’operazione al ginocchio avvenuta lo scorso luglio, che l’aveva costretto fuori dai campi di gioco fino a poche settimane fa, ma adesso la sua pazienza e la sua fiducia sono state ripagate. Le sue dichiarazioni sono un sigillo a questa buona notizia: “Concedetemi l’opportunità di ringraziare sinceramente lo staff medico del Catania e quello di Villa Stuart [clinica chirurgica e riabilitativa specializzata in traumi sportivi, con sede a Roma, ndr]: questo bel momento è da condividere con loro. Senza l’aiuto della società, dei miei compagni e dei miei familiari non sarei mai riuscito a tagliare questo traguardo. Andare in ritiro dopo tanto tempo è semplicemente bellissimo”.

Questi i 21 convocati da Mihajlovic per la sfida contro la Fiorentina:
Portieri: Andujar, Kosicky;
Difensori: Alvarez, Augustyn, Bellusci, Capuano, Silvestre, Spolli, Terlizzi;
Centrocampisti: Barrientos, Biagianti, Carboni, Delvecchio, Izco, Ledesma, Ricchiuti;
Attaccanti: Martinez, Mascara, Maxi Lopez, Morimoto.

Nelle dichiarazioni dell’allenatore serbo, c’è una grande voglia di riscatto dopo la grigia partita di domenica scorso al “Bentegodi” contro il Chievo. La sfida di mercoledì è sentita come cruciale dai siciliani, desiderosi di ottenere una matematica salvezza. “Una partita difficile, contro una grande squadra che ha dei giocatori che possono metterti sempre in difficoltà. È una stagione in cui abbiamo battuto squadre con cui non vincevamo da decenni – ha affermato Mihajlovic, esaltando i suoi – speriamo di farcela anche contro la Fiorentina. Spero in un grande afflusso di pubblico, per noi è una gara fondamentale, perché con una vittoria saremmo quasi salvi”.

Dalla parte opposta, Prandelli pensa a caricare la sua squadra, soprattutto adesso che si trova ad appena sei punti dal quarto posto, ovvero dall’accesso all’Europa attraverso la porta principale, i preliminari di Champions League. Un miraggio fino a qualche tempo fa, un sogno sempre più realizzabile da adesso in poi. Dovremo attaccare con veemenza – ha affermato l’allenatore viola – abbiamo percepito che l’entusiasmo è cresciuto e questo è determinante. I ragazzi sono convinti di fare un grandissimo finale di stagione, ce la giocheremo fino all’ultimo”.

20 i convocati viola per ottenere un risultato positivo al “Massimino”:
Portieri: Avramov, Frey, Seculin;
Difensori: Comotto, De Silvestri, Felipe, Kroldrup, Masi, Natali;
Centrocampisti: Bolatti, Donadel, Gobbi, Ljajic, Montolivo, Santana, Zanetti;
Attaccanti: Babacar, Gilardino, Jovetic, Keirrison.

La squadra e lo staff tecnico sono arrivati all’aeroporto “Fontanarossa” di Catania intorno alle 18,30 di ieri. I giocatori alloggeranno in un famoso hotel appena fuori città e domani pomeriggio alle ore 17.30 avverrà il trasferimento in pullman allo stadio.

Appuntamento a più tardi con le probabili formazioni del turno infrasettimanale tra Catania e Fiorentina.

Emanuele Ballacci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!