A Frosinone operaio licenziato si toglie la vita

Un uomo di 42 anni si uccide nella sua abitazione. Si tratta di un ex operaio della Videocon, multinazionale in fase di smantellamento.  L’uomo,  dopo aver lavorato per 20 anni all’interno dell’infermeria della fabbrica, a dicembre scorso viene licenziato insieme ad altri 1200 colleghi.

Le forme di protesta degli operai sono risultate vane. Non è servito, infatti, occupare l’autostrada A1 né dormire sui tetti di quella che era leader mondiale nella produzione di cinescopi. Gli operai da mesi sono in cassa integrazione.

Simona Leo