Dolori mestruali addio

Forse le donne con dolori mestruali potrebbero presto beneficiarne, è stata infatti avviata una seconda sperimentazione su larga scala, per questo il nuovo farmaco potrebbe essere disponibile per il 2014.

Gli scienziati dellaVantia Therapeutics di Southampton, nel Regno Unito, hanno infatti sviluppato una pillola capace di curare la causa dei dolori dovuti al ciclo femminile.

Il farmaco, chiamato per ora VA111913, è stato presentato durante il meeting annuale, tenutosi a San Francisco dell’American Chemical Society in California.

La nuova pillola ha come particolarità l‘azione sulla causa dei crampi mestruali, piuttosto che sui sintomi, come invece fanno i tradizionali antinfiammatori, antidolorifici e anche contraccettivi.

Spesso infatti il trattamento dei dolori con questi ultimi rimedi, non sortisce l’effetto desiderato, essi sono spesso troppo blandi e causa di effetti collaterali.

I ricercatori hanno spiegato che questo tipo di farmaco agisce sulla vasopressina, un ormone antidiuretico (ADH) o adiuretina, che controlla proprio i movimenti dei muscoli uterini, quando questa aumenta, causa la dismenorrea .

La dismenorrea o mestruazione dolorosa, un’alterazione mestruale che provoca disturbi generali o locali e dolori della regione pelvica e l’addome, colpisce fino al 90 per cento delle donne in età fertile. I dolori della dismenorrea, non sono altro che le contrazioni più frequenti dell’utero responsabili dei crampi dolorosi.

Questo tipo di alterazione mestruale è la causa principale dell’assenza femminile a scuola ed al lavoro.

La pillola si sta già sperimentando su larga scala e precisamente su oltre 100 donne inglesi ed americane, tra i 18 ed i 25 anni di età, che soffrono di questo disturbo, i risultati si avranno solo per la fine dell’anno.

“Ci auguriamo che il farmaco fornirà una soluzione più efficace per il trattamento di milioni di donne in tutto il mondo con questa dolorosa condizione”, ha dichiarato il dottor Andrzej R. Batt, a capo della ricerca sperimentale sul nuovo farmaco, per conto della casa farmaceutica del Regno Unito, Vantia Ltd.

Giulia Di Trinca