Formigoni: donne mai più costrette a scegliere tra famiglia e lavoro

Faremo in modo che nessuna donna sia più costretta a scegliere tra cura delle relazioni familiari e lavoro. Per superare la contrapposizione tra maternità e lavoro, tra famiglia e impegno nel sociale occorre incidere sull’organizzazione dei servizi e degli orari nelle città, nelle scuole, nella pubblica amministrazione, nelle aziende, nel commercio e, prima ancora, incentivare una cultura aziendale, politica, sociale in grado di valorizzare i talenti” Queste sono le parole del presidente della regione Lombardia Formigoni al lancio del quarto progetto speciale.

Si tratta di un commitato strategico “Donna-Famiglia-Lavoro” che affianchi Formigoni nell’individuare e realizzare politiche innovative per affermare il protagonismo della donna nella società e la conciliazione famiglia-lavoro. Un comitato multi tecnico e vario che vede tra le sue file esponenti del mondo dell’impresa e del sindacato, associazioni familiari e femminili, esponenti del mondo dell’universita’, della ricerca, dell’area socio-sanitaria, giuristi, personalita’ della cultura e dello spettacolo.

Molte sono le donne della politica che hanno applaudito a questa lodevole iniziativa: dal ministro delle Pari Opportunita’, Mara Carfagna, dall’imprenditrice Diana Bracco, dalla consigliera di parita’ Maria Teresa Coppo Gavazzi. Alla conferenza di presentazione sono intervenute, con parole lodevoli e di sostegno la sociologa Giovanna Rossi, l’ imprenditrice Daniela Guadalupi, la presidente dell’Associazione Donne e tecnologia, Gianna Martinengo, il sindacalista Gigi Petteni della Cisl

“Queste nuove aperture – ha sottolineato Formigoni – non nascono dal nulla ma si inseriscono su cose fatte e iniziative realizzate, come la dote donna a sostegno delle lauree deboli, il sostengo all’avvio di imprese al femminile, lo sviluppo di strutture per l’infanzia (in Lombardia sono gia’ 52.560 i posti negli asili nido per i bambini da 0 a 3 anni), le politiche dei tempi delle citta’ (Piani territoriali degli orari)”

Affiancheranno Formigoni nel comitato: Alberto Meomartini (presidente Assolombarda); Gigi Petteni (segretario generale Cisl Lombardia); Walter Galbusera (segretario generale Uil Lombardia); Diana Bracco (presidente Gruppo Bracco) e Gianna Martinengo (presidente Cif Milano)

Federica Di Matteo