Milano: dal 1 aprile a pranzo con la salute

Dal primo aprile 44 ristoranti milanesi adotteranno i menù della salute.

Le ricette sono state proposte dal Comune di Milano con il progetto “Menù di lunga vita” voluto dall’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna, il già promotore di “Happy aperitivo“. L’obbiettivo di Landi è contrastare la tendenza al sovrappeso, che comincia a minare la salute dei milanesi.

Quasi il 45 per cento dei cittadini è infatti in sovrappeso o addirittura obeso, mentre ha problemi con la bilancia un bambino su tre.

Le sedici ricette dei “menù della salute” sono pensate, per venire incontro alle esigenze di chi soffre di intolleranze alimentari o di allergie, e rispettano lo slogan Unaproa (Unione produttori italiani di frutta e verdura): “Nutritevi dei colori della vita“, che promuove il consumo, ogni giorno, di cinque porzioni di frutta e verdura.

Rosso, giallo-arancio, verde, blu-viola e bianco, sono i cinque colori del benessere, che rappresentano ognuno le principali tonalità cromatiche dell’ortofrutta, infatti, nei menù non è prevista carne e saranno differenziati tra 16 piatti per la primavera e l’estate e altri 16 per l’autunno e l’inverno.

Il progetto nato dall’assessorato alla Salute, vede la collaborazione di Epam (associazione milanese di servizi pubblici aderente a Unione Confcommercio Milano), EbtPe (Ente bilaterale provinciale dei pubblici esercizi) e Agrimercati. E’ inoltre monitorato dal Comitato scuola e cibo del M.I.U.R.

L’obiettivo dell’iniziativa, frutto del lavoro di molti esperti, presieduto dalla nutrizionista Evelina Flachi, è “educare a educare“, dal momento che l‘educazione a prevenire malattie come il diabete, le patologie cardiovascolari, i tumori o l’ipertensione inizia proprio dalla tavola e fin da bambini.

Tutte le ricette saranno scaricabili da internet per cimentarsi nei piatti anche a casa, eliminando lo stress della vita cittadina.

“Noi siamo quello che mangiamo – ha affermato Giampaolo Landi Di Chiavenna – ed è quindi importante educare ed educarsi a una corretta alimentazione. A Milano ammonta a 600 milioni di euro l’anno l’impatto per l’ospedalizzazione e le cure mediche per sovrappeso, obesità e malattie correlate che spesso sono dovute al nostro stile di vita”.

Gli indirizzi dei ristoranti che aderiscono al progetto, il modulo per aderire e le ricette, sono consultabili online e scaricabili dal sito di Agrimercati e da lunedì 29 marzo anche da quello del comune.

Giulia Di Trinca