Mina, arrivano i 70 in grande stile

Mina Anna Mazzini, in arte semplicemente Mina, è nata a Busto Arsizio il 25 marzo 1940.

La cantante spegne  70 candeline .La sua assenza dalle scene risale al lontano 23 agosto del 1978, quando ha tenuto l’ultimo concerto al Bussoladomani.

Poi per lei solo la musica e  mistero:pur restando sempre presente in ambiente discografico, Mina non si è più mostrata pubblicamente se non in qualche rara  foto fatta dai paparazzi. In totale 50 anni di carriera alle spalle con all’attivo oltre mille titoli per un totale di 150 milioni di dischi.

Impazzano li elogi alla cantante. L’amico e collega Adriano Celentano, che gli auguri lieli aveva già fatti precedentemente con una intervista simil dichiarazione d’amore, l’ha designata come “una bomba che non si può disinnescare ed esplode quando meno te lo aspetti”.

Federico Fellini l’ha corteggiata per un film che lei non ha mai voluto girare; Frank Sinatra avrebbe speso fior fiori di quattrini per convincerla ad esibirsi negli Stati Uniti. Non poteva maall’appello il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che a Gente ha dichiarato: “In anni non più vicini sono stato anch’io un ammiratore di Mina, veramente una grande cantante”. E poi Liza Minelli ha confessato: “Se facesse un concerto andrei nel backstage a chiederle un autografo””.

Ma oltre come personaggio Mina è un’icona incontrastata della musica:il nuovo album di inediti arriva il 14 maggio e usciranno anche 14 album storici in vinile che la Sony ha deciso di ristampare.

Ma Mina è soprattutto un’icona intramontabile della musica oltre che personaggio:il nuovo album di inediti arriva il 14 maggio e usciranno anche 14 album storici in vinile che la Sony ha deciso di ristampare.

Sempre con l’occhio vigile sul  mondo musicale di oggi ,si è complimentata con Marco Mengoni per la sua performance a Sanremo, ma Mina ha anche inciso con i cantanti più in voga del momento. Basti pensare all’ultimo disco “Facile” in cui c’è un duetto con Manuel Agnelli degli Afterhours in “Adesso è facile”. In passato ha cantato, grazie anche a trasmissioni storiche come “Studio Uno” a “Milleluci“, con Totò, Alberto Sordi, il suo grande amico Lucio Battisti, Alberto Lupo e Paolo Panelli. I successi non sono mancati, anche nella sua ‘seconda carriera’: da “Questione di feeling” incisa con Riccardo Cocciante, all’album registrato con Celentano e la “Platinum Collection”, raccolta di hit del 2004 che ha venduto centinaia di migliaia di copie. In cinquant’anni di carriera ha inciso canzoni in inglese, spagnolo, tedesco, giapponese e francese.

Buon compleanno quindi a una delle donne italiane più eclettica e moderna di tutti i tempi.

Francesca Ceccarelli