Pagelle di Genoa-Palermo: grande Pastore, Bocchetti da Nazionale

L’avvincente sfida tra grifone rossoblù e aquila rosanero ha mostrato due formazioni votate all’attacco e con tutti i mezzi per raggiungere quella qualificazione europea che entrambe cercano. Pastore e Balzaretti sono stati i migliori nei siciliani con una nota di merito anche a Hernandez e Goian che danno ragione a Rossi nelle sue scelte dell’ultimo minuto. Nel Genoa hanno fatto una gran partita Bocchetti e Palacio, mentre deludono Zapater e Mesto.

Ecco le pagelle della partita:

GENOA:

Amelia voto 5: Troppe distrazioni per l’estremo difensore, ex- di turno. Un paio di pasticci evitati all’ultimo rinvio e poca concentrazione.

Bocchetti voto 7,5: Lippi deve tenere caldamente in considerazione la sua candidatura per i mondiali. Difende in maniera rocciosa, sale propositivamente in avanti ed è imperioso nel gioco aereo, come dimostra il gol. Inoltre ha un tiro potente anche su calci piazzati. Farebbe comodo averlo in Sudafrica.

Moretti voto 5,5: Partita abbastanza incolore per un difensore al di sotto dei suoi livelli stasera, appare acciaccato, soffre i contropiedi rosanero in velocità.

Tomovic voto 6: Peccato per alcune amnesie difensive su Hernandez. Per il resto il giocatore serbo si dimostra affidabile e anche pericoloso quando si sovrappone in avanti. Gasperini potrebbe impiegarlo di più per dargli maggiore sicurezza.

Zapater voto 5: Scialba partita per l’uomo che doveva dare fantasia e qualità a nel centrocampo del grifone. Poco incisivo, quando il suo allenatore decide di cambiare le carte in tavola, il primo numero che compare nella lavagnetta dei cambi è il suo.

Milanetto voto 5,5: Tanta grinta e determinazione, ma poca lucidità per il geometra rossoblù. Ha fretta di impostare il gioco e soffre la fisicità dei centrocampisti rosanero. Ha il brutto vizio di innervosirsi molto facilmente a inizio gara. Ne risente la prestazione.

Mesto voto 5: Anche lui da rivedere, non spinge come al solito. Va fuori nei primi minuti del secondo tempo.

Criscito voto 6,5: Buona partita del giovane esterno che parte timido, poi sale di più e rende più vivace il gioco offensivo. Tanta sostanza in difesa oggi e ha la generosità di buttarsi in avanti a tempo scaduto, guadagnandosi il rigore decisivo.

Palacio voto 7: Tra i migliori dei suoi, è il fulcro del gioco offensivo del Genoa. Gli è mancato solo il gol oggi, ma con una punta centrale di ruolo, sarebbe una fabbrica di assist.

Sculli voto 6: Prestazione sufficiente da parte dell’attaccante italiano che fa tutto bene, dribbla, corre e salta l’uomo quando capita. Poco lucido in zona gol, ma tanta volontà messa in campo.

Palladino voto 6,5: Buonissima gara da parte del sostituto di Acquafresca oggi. Gasperini lo butta in campo a sorpresa e lui non da punti di riferimento ai difensori ospiti svariando molto sul fronte d’attacco. Negli ultimi minuti Kjaer non ne può più e lo falcia facendosi espellere.

Suazo voto 5,5: Quando entra è il quarto attaccante in campo, ma non incide come avrebbe voluto il suo tecnico. Con i difensori centrali del Palermo non velocissimi, avrebbe dovuto incunearsi di più, ma la porta non la vede mai.

M.Rossi voto 6: Quando il capitano entra in campo nella seconda frazione di gioco, mette tanta grinta e sveglia i suoi. Decisivi alcune sue chiusure in difesa che avrebbero lasciato gli attaccanti del Palermo in superiorità numerica in contropiede.

Kharja voto 6: La sua partita non è stata sufficientemente buona, spezza il fiato troppo tardi, ma ha la grande responsabilità del rigore. Rimane freddo e regala un punto insperato ai suoi.

PALERMO:

Sirigu voto 6,5: Se non ci fosse stato il rigore, sarebbe stato assolutamente decisivo. All’ultimo minuto regolamentare prende una punizione incredibile a Milanetto. Peccato per il penalty, ma sempre attento e concentrato.

Cassani voto 6,5: Porta la fascia di capitano e ci mette tanta voglia per dimostrare di meritarla. Soffre un po’ le discese di Sculli e Criscito, ma copre abbastanza bene e mette tanta corsa come al solito.

Goian voto 6,5: Altra ottima prestazione del gigante rosanero. Nonostante la maggiore velocità degli attaccanti avversari, chiude tutti gli spazi e si dimostra invalicabile. Unica sbavatura, il contrasto perso con Bocchetti che porta al primo gol del Genoa.

Kjaer voto 5,5: Partita tutto sommato sufficiente la sua, buone coperture e movimenti difensivi. Ha la pecca di essere troppo falloso, già, troppo per l’arbitro che a pochi minuti dalla fine lo manda sotto la doccia per un fallo su Palladino al limite dell’area.

Balzaretti voto 7: Grande match dell’esterno rosa in aria di Nazionale. Corre tantissimo e ingaggia una lotta senza esclusione di colpi con Palacio. Qualche volta è impreparato, ma difende egregiamente. Suo il cross per il raddoppio di Pastore.

Nocerino voto 6,5: Non gioca nel suo ruolo, eppure ha l’intelligenza tattica e la visione di gioco tale da adattarvisi perfettamente. Ogni volta che il Palermo riparte centralmente, l’azione inizia da lui.

Migliaccio voto 7: Grande sostanza nonostante rientri dall’infortunio e giochi subito due partite in meno di una settimana. Impera nelle palle alte e impone la sua fisicità ai centrocampisti rossoblù. Lottatore.

Bertolo voto 6: Dopo la buona prestazione con l’Inter, un’altra buona partita per l’argentino che oltre alla tecnica, mette in mostra buone qualità di visione di gioco.

Pastore voto 7,5: Sta diventando lo “Zidane” di Palermo. Ogni partita di più, impone la sua classe e la sua tecnica con cui accarezza la palla e la manda dove vuole. In continua crescita, gol e assist parlano chiaro.

Cavani voto 5,5: La solità generosità e corsa, ma poca incisività offensiva da parte dell’uruguaiano. Probabilmente ha bisogno di rifiatare un po’.

Hernandez voto 6,5: Rossi lo manda in campo sorprendendo tutti e lui lo ripaga con un gol di rapina da vero attaccante. Quando esce, i rosanero non sono più così pericolosi in avanti. Anche lui in continuo miglioramento.

Miccoli voto 5,5: Entra in campo per tentare di chiudere la partita, ma il “romario” del salento oggi non è proprio in giornata. Poca cosa il suo apporto offensivo, non tira mai in porta.

Blasi sv

Tedesco sv

Giuseppe Greco