Pagelle Parma-Milan: Galloppa straordinario. Buona prova di Thiago Silva

PARMA- Il Parma batte 1 a 0 al Milan e rispedisce i rossoneri a -4 dall’Inter. In una partita che non ha offerto molto sul piano delle occasioni, i padroni di casa si impongono proprio all’ultimo minuto grazie a Bojinov, lesto a spingere in rete un tiro di Biabiany respinto da Abbiati. Per i rossoneri espulso Pirlo nel finale per un fallo da dietro sullo stesso attaccante bulgaro.

PARMA:

Mirante   6.5: non corre particolari rischi, ma per tutta la partita si dimostra sicuro in ogni intervento.

D.Zenoni   6.5: se Ronaldinho si vede poco è anche merito suo. Contrasta il dentone brasiliano brillantemente in ogni occasione.

Paci   7: annulla Borriello e per tutta la partita si dimostra autorevole in area di rigore.

Zaccardo   6: si fa vedere poco per tutta la partita, ma con al suo fianco il Paci di stasera può stare tranquillo.

A.Lucarelli   6: spinge poco ma mette in costante difficoltà Seedorf, marcandolo sempre molto stretto.

Valiani   6.5: buona prova per il centrocampista di Guidolin, soprattutto sul piano della corsa e dell’impegno.

Morrone   6: il capitano ci mette la sua solita grinta, forse pure troppa. Rischia molto nel secondo tempo quando fa una brutta entrata su Ronaldinho che, per sua fortuna, evita il contatto.

Galloppa   7.5: sicuramente il migliore in campo. Corre per tutta la partita, sbuca da ogni parte e va vicino anche al gol. Gran bel giocatore.

Jimenez   5.5: ancora non sembra essersi abituato agli schemi di Guidolin. Cerca il varco giusto senza mai trovarlo. Da rivedere(85′ Antonelli S.V.).

Crespo   6.5: Valdanito al pronti…via subito fa capire le sue intenzioni bellicose, facendo vibrare la traversa di Abbiati con un destro potente dal limite. Cerca sempre lo spazio giusto dove infilarsi e spesso ci riesce(74′ Bojinov   6.5: non fa numeri da circo nel suo quarto d’ora di gioco, ma mette la zampata vincente sulla partita e ciò basta a farli guadagnare la sufficienza).

Biabiany   6.5: sembra una trottola impazzita e svaria da una parte all’altra del campo. A volte sembra che gli avversari siano lenti, ma guardando bene è sempre lui che corre a velocità disumana. Altra buona prova per lui.

MILAN:

Abbiati   5: gioca bene tutta la partita, sempre sicuro su ogni intervento. Sul gol di Bojinov ha la tremenda responsabilità per il rinvio sbagliato che avvia l’azione del gol.

Zambrotta   6: si propone bene e i suoi cross creano qualche affanno ai difensori parmensi. E’ uno dei pochi a provarci tra i rossoneri(59′ Abate   5.5: non incide sul match).

Thiago Silva   6.5: è il baluardo della difesa rossonera. Gestisce da solo il reparto difensivo, vista anche la compagnia non eccelsa di Favalli.

Favalli   5.5: stavolta almeno non commette errori, il che è già un passo avanti. Ma per arginare la difesa rossonera ci vuole ben altro…basta prendere esempio dal suo compagno di reparto.

Antonini   6: è bravo sempre nel proporsi. Peccato che Ronaldinho sia più statico del solito e quindi non sempre è servito nelle sue sovrapposizioni.

Flamini   6: nel centrocampo rossonero è l’unico che prova a fare qualcosa per smuovere le acque. Prova con continuità il tiro ma, purtroppo per lui, non ha i piedi fatati.

Pirlo   5.5: partita sottotono per il playmaker di Leonardo. Non è preciso come al solito, in più nel finale gli saltano i nervi e commette un fallo ingenuo su Bojinov che gli costa il cartellino rosso.

Gattuso   5: è uno che ha grinta da vendere. Saprà sicuramente ripartire dalla brutta prestazione di questa sera(74′ Huntelaar S.V.).

Seedorf   5.5: Leonardo lo piazza nell’insolita figura di ala destra, ruolo che sin da subito non gli garba. E si vede. Si accentra spesso aspettando il movimento di qualche compagno ma, così facendo, lascia un vuoto sulla destra.

Borriello   5.5: purtroppo per lui, senza compagni nelle vicinanze ai quali scaricare la palla, più che il campo da gioco dovrebbe calcare le scene dei film di Bud Spencer e Terence Hill, visto che spesso viene lasciato isolato davanti a scazzottarsi con i difensori avversari(65′ Inzaghi   6: almeno prova a fare qualcosa nell’abulia dell’attacco rossonero).

Ronaldinho   5: serata no anche per il dentone rossonero. Zenoni non gli concede un metro, ha qualche buono spunto a inizio della ripresa ma nulla di più. Rimedia anche un’ammonizione che gli costa la squalifica per la prossima giornata di campionato.

Antonio Pellegrino