Palermo: contro il Bologna formazione da inventare, si opera Bresciano

Dopo aver subito il pareggio all’ultimo secondo nella gara di ieri contro il Genoa, il Palermo è rimasto in silenzio stampa per evitare che le polemiche sull’eccessivo recupero concesso andassero oltre il calcio giocato. Saggiamente Delio Rossi ha portato subito tutti i suoi giocatori negli spogliatoi al termine della gara e si sta già concentrando, così come tutto l’ambiente, sulla prossima partita interna contro il Bologna. Il quarto posto è stato mantenuto, ma da ora in poi ogni partita sarà un crocevia decisivo per il quarto posto. Il tecnico dei rosanero avrà qualche grattacapo nel decidere la formazione dal momento che i siciliani accoglieranno i felsinei con diverse assenze.

Su tutti gli squalificati Kjaer e Balzaretti che, ora come ora, costituiscono due perni della squadra. Il primo si potra rimpiazzare con Goian che sta facendo bene, ma bisognerà a tutti i costi recuperare Bovo che ieri non ha giocato a causa di un problema ad un dito del piede destro. Il vero quesito è la sostituzione di Balzaretti. Il giovane Calderoni è il sostituto naturale, ma è probabile che per una questione di esperienza, Rossi ricorra a Blasi o Morganella sulla destra, spostando Cassani a sinistra. A centrocampo dovrebbre fare il suo rientro in campo Liverani che ha saltato le ultime due partite. Anche Budan ha smaltito la gonalgia al ginocchio ed è tornato ad allenarsi con il gruppo e sarà a disposizione. Dal pareggio di Genova sono usciti acciaccati anche Migliaccio e Balzaretti, che ha rimediato una ferita lacerocontusa alla fronte. L’esterno se l’è cavata con 10 punti di sutura.

Simplicio è ancora fermo ai box e ne avrà ancora per molto. Oggi lo staff della nazionale australiana si è occupato di Mark Bresciano. Il centrocampista è stato operato di microdiscectomia in una clinica di Londra e anche per lui la stagione sembra finita. Sicuramente una formazione rimaneggiata verrà schierata contro il Bologna, ma i rosa hanno tutti i mezzi, pubblico di casa compreso, per continuare a sognare il quarto posto.

Giuseppe Greco