Parma: l’ultima novità in fatto di “divorzio-forzato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03

Cause accettate, diritti non osservati e perfino dispute su inutili fatti avvenuti.

Ultimamente ne sentiamo di tutti i colori riguardo alle varie cause legali che si alternano ogni giorno nelle varie città di tutto il mondo e soprattutto in Italia, dove perfino grazie al programma di Canale 5 e Rete Quattro, “Forum” condotto da Rita Dalla Chiesa, si riprendono fuori leggi nemmeno mai pensate prima d’ora.

Ma oggi non è questo che ci colpisce.

La notizia giunge direttamente da Parma, città in cui vediamo scontrarsi due ex marito e moglie perfetti.

L’oggetto della disputa? Semplicemente il seno rifatto di lei.

Infatti, l’uomo ha deciso di rivolgersi ai tribunali per avere giustizia, chiedendo così il rimborso dell’opera chirurgica dei medici che hanno sottoposto ai ferri l’ex moglie.

Durante quindi questa causa di separazione, l’ex coniuge parte in quarta con il suo giusto appello al giudice presente: solitamente un regalo è un regalo che non si dovrebbe mai farselo restituire, ma in questo caso l’uomo spiega il suo rammarico poiché non avrebbe più avuto “benefici” – espone sentenziosamente il parmigiano – dal cosiddetto “regalo” fatto (una mastoplastica additiva) alla compagna ancora durante i bellissimi tempi felici passati assieme.

Se la domanda legale stupisce, colpisce ancor più la risposta data nel seguito in giudizio.

Tra la sorpresa, l’iniziale resistenza o semplicemente perplessità per la domanda, è stato espresso e perciò deciso che la donna restituisca almeno la metà della somma totale versata, ovvero circa 3 mila e 500 euro, all’ex marito alquanto insistente.

Come ci è riferito subito dalla “Gazzetta di Parma” di oggi, lui è un parmigiano di 37 anni mentre lei, sua concittadina, ne ha uno in meno; i due erano sposati da soli cinque anni.

Sarà quindi soddisfatto ora questo ex marito appena fresco di divorzio con la sua metà di bottino o  rimpiangerà un po’ il “beneficio” perduto?

Valentina Princic