Roma, Ranieri: ” Sabato con l’Inter partita dell’anno”

Ieri la Roma ha battuto il Bologna per 2 a 0 portandosi così al secondo posto in classifica insieme al Milan. Si riaccendono quindi i sogni per lo scudetto. Sabato pomeriggio ci sarà la partita forse decisiva: i giallorossi affronteranno l’Inter di Mourinho.

Difficile recuperare le forze in così poco tempo.  «Tre giorni soli per preparare questa partita, non so se sarà un vantaggio. L’Inter ha una super rosa. Biso­gna affrontare tutte le partite, c’è un calen­dario bisogna essere presenti» . Queste sono le parole di Ranieri che già pensa alla gara di sabato.

Partita decisiva quindi, forse la più importante per un allenatore.  «Non lo so, mi au­guro che più avanti ce ne sia un’altra più importante ancora. Non sentivamo il risul­tato delI’Inter, la loro vittoria la davo per scontata. Io resto del mio avviso, lo scu­detto lo può perdere ancora solo l’Inter, perchè anche se noi le vinciamo tutte e lo­ro ne perdono una sono sempre davanti di un punto. Ma se loro lo perdono la Roma deve essere pronta, senza gonfiare il petto, senza nascondersi. Non mi piace parlare ma voglio che i ragazzi agi­scano in campo ».

Sabato è la partita dell’anno, fa un bell’effetto avere questa grande pos­sibilità. Chi l’avrebbe detto all’inizio della nostra avventura. Affronteremo una super­potenza e ci vorrà una super partita. So che adesso a Roma ci sarà l’inferno nelle prossime ore, ma noi dovremo isolarci e restare concentrati. Io sono fiducioso per­chè stiamo bene in salute, corriamo e ci prepareremo al meglio.”

Nessuno a inizio stagione avrebbe pensato che la Roma  poteva lottare fino all’ultimo. Da quando però il mister ha preso per mano la squadra tutto è cambiato e i risultati sono stati clamorosamente positivi.   “Dopo l’Inter finirà il curvone, lo abbiamo percorso bene e ve­dremo come entreremo nel rettilineo. Sarà una bellissima partita ma io spero che do­po ce ne siano altre atrettanto belle. Ci me­ritiamo questa grande chance e se la me­rita anche il nostro pubbli­co. Non so se giocherà Totti, lui è pronto, lo conoscete, ma devo ancora valutarlo. A Bologna volevamo vincere a tutti i costi e penso che si sia visto in campo. I ragaz­zi erano concentrati e cari­chi già durante il riscalda­mento, non ho avuto biso­gno di dirgli nulla. I tifosi sappiano che non molliamo niente e sentiremo il loro cuore pulsare dentro di noi”.

Battuta finale sul Milan di Leonardo: «Sono contento di aver fatto un pas­so in avanti, ma anche se non li avessimo agganciati sabato avremmo giocato solo per noi» .

Filomena Procopio