Vendita record per Vittorio Cecchi Gori

Asta record per la casa del famoso produttore italiano Vittorio Cecchi Gori nella città americana di New York.

Infatti il grande attico di bella veduta su Central Park, proprietà dello show man, è stato battuto all’asta per ben 33,2 milioni di dollari, riuscendo quindi ad stabilire in nuovo e ambito record del 2010.

Colpisce come il prezzo di questo appartamento valga circa 60mila dollari a metro quadrato, ma arrivano anche le prime conferme della ripresa del mercato immobiliare newyorkese.

Vittorio Cecchi Gori aveva comprato questo mini appartamento nel lontano 1997 per la cifra di soli 10,4 milioni di dollari cercando di renderlo come una specie di “loft” anche se in seguito quest’attico è stato un po’ lasciato al tempo per la bancarotta del produttore cinematografico – alcuni documenti giuridici rivelano che circa 28 milioni di dollari non siano stati pagati al Fortress Investment Group, ovvero una società finanziaria –  e come si nota, ora messo perfino all’asta.

La vendita era già nell’aria lo scorso giugno quando si iniziava a parlare di accordi con un magnate russo, capace di pagare 18 milioni di dollari.

Ma i candidati non sono mai veramente mancati.

Con circa 35 rilanci successivi, in un’asta durata oltre le cinque ore, durante il mese di gennaio si è avuta perciò la svolta con un business man dell’alta finanza cinese.

L’abitazione di oltre 500 metri quadrati (si parla di quasi 510 mq) – da come ci rivela il “Wall Street Journal” – che si affaccia su Central Park e vanta di essere uno degli attici più in vista della Trump International Hotel and Tower, è stata acquistata da un uomo d’affari cinese, di cui però ci è sconosciuta l’identità.

Il prezzo elevatissimo dell’appartamentino appena ceduto, è stato quindi ben superiore rispetto le già ottimistiche previsioni stabilite soprattutto da luogo e tempo.

Valentina Princic