Zuzzurro e Gaspare al Manzoni con “Rumors”

Parola loro, solo i Pooh e i Cetra sono più longevi di loro sulla scena italiana. 35 anni tra televisione e teatro, a partire dal Derby Club per arrivare all’apice con il Drive In negli anni Ottanta, un vertice di popolarità mai più raggiunto. Ma senza mai abbandonare del tutto le scene, con alcune poco riconosciute prove televisive e soprattutto negli ultimi anni con un’attenzione più marcata al teatro. Con un segreto. Dismessi i panni di Zuzzurro e Gaspare, Andrea Brambilla e Nino Formicola, a sentire loro, quasi neanche si conoscono.

Debutta il 30 marzo al Manzoni di Milano (sarà in scena fino al 2 maggio con un’interruzione di una settimana per le festività pasquali) Rumors, il nuovo spettacolo tratto da un testo di Neil Simon. L’ultima volta del connubio tra il duo e Simon risale al 1995 con La Strana Coppia, ma il testo di cui si parla adesso è completamente diverso. “Rumors” è infatti un pezzo di satira sociale, dai dialoghi a tratti surreali e dai ritmi sempre alti, che ha riscosso un buon successo fin dal debutto a Broadway del 1988. Testo che, stando al regista Massimo Chiesa, conta almeno 200 momenti di risata.

La vicenda ruota attorno a quattro coppie di amici che si recano da un politico locale per celebrare un anniversario di matrimonio. Una misteriosa ferita alla testa dell’uomo fa però partire il circolo dei pettegolezzi, i Rumors per l’appunto. Due ore di teatro facile facile con lo sfondo dell’America più ricca, vuota e pettegola.

Alberto Martinelli