Amici 9: resoconto puntata (26-03-2010 quarta parte). Il vincitore secondo i professori di canto


Giro di pronostici e pareri anche tra i professori. Ecco i giudizi degli insegnanti più coinvolti: quelli di canto.

Partiamo da Loretta Martinez: “Spero che vinca Loredana, non perché sono stata la sua insegnante, ma  perché coerentemente con quello che ho detto dall’inizio dell’anno è l’unica artista e l’ha dimostrato sempre. È la più versatile e da grandi emozioni. Ha tutte le caratteristiche, tecniche, vocali ed emozionali. La finalissima la vedo tra Loredana e Matteo. Matteo ha tecnica e una voce di grande sostanza. Al terzo posto metto Emma per i miglioramenti fatti e al quarto Pier Davide perché secondo me è quello che meno di tutti si è modificato”.

Per Charlie Rapino la più meritevole della vittoria è senza dubbio Emma: “Tra i quattro o cinque che ho scelto di seguire all’inizio della scuola, su di lei avevo avevo tanti dubbi perché la trovavo troppo tradizionale. Invece ha dimostrato versatilità ed è sempre stata in evoluzione, sempre verso l’alto. La finalissima deve essere tra Emma e Loredana, entrambe hanno dimostrato di essere qualcuno. Matteo è portatore di un’arte senza offesa morta: sarà costretto ad essere un personaggio”.

Sergio La Stella ammette di essere di parte e di volere alla vittoria il tenore:  “Ovviamente vorrei che vincesse Matteo, la vittoria di un cantante lirico e pianista di formazione classica sarebbe molto importante per chi fa questo percorso di studi e perchè è ormai un’ “arte cenerentola”, sul podio vicino a lui vedrei Loredana, la sua vocalità è nuova e inconfondibile”.

Per Grazia Di Michele dovrebbe vincere Pier Davide: “Lui è il risultato delle esperienze della sua vita che lo hanno portato a chiudersi in un suo mondo che ci ha fatto conoscere. Ha saputo regalarci ironia, giocosità e poi piano piano anche un aspetto più intimo e profondo, a volte anche doloroso…è un artista.  In finalissima con lui vedo Emma perché è un fiore sbocciato. Ha iniziato con delle difficoltà ma ha tirato fuori tutto il represso. In Matteo non vedo una caratteristica artistica chiara mentre Loredana è esplosa ogni tanto e ogni tanto si è persa. Farà comunque la sua strada”.