Avatar: migliaia di fan vogliono studiare il linguaggio dei Na’vi

Non sembra incontrare ostacoli il successo planetario di Avatar. Nonostante il piccolo passo falso della notte degli Oscar, la schiera di giovani appassionati al film cresce a dismisura. Non si placano i commenti, i forum, le discussioni e i siti internet dedicati interamente al mondo fantastico di Pandora.

Ciò che maggiormente affascina i milioni di giovani fan è proprio il nuovo pianeta e i suoi strani abitanti. La tribù dei Na’vi sta diventando un vero è proprio cult tra i giovani che ne studiano ogni sfaccettatura e particolarità. Una società che riscopre l’importanza della natura e della vegetazione. Il rapporto stretto con gli animali. I valori primitivi e religiosi caratterizzati da una grande devozione e obbedienza.

Migliaia di giovani ossessionati da Avatar si sono messi in testa di studiare il linguaggio di questa popolazione. Un idioma misterioso e arcano. Lineare e musicale. Difficile e affascinante. Si tratta di una parlata completamente inventata a tavolino dagli sceneggiatori del kolossal e in particolare da Paul Frommer. Lo studioso si è dichiarato molto stupito per questo interesse filologico-linguistico da parte del pubblico di affezionati del film.

Esiste in internet un sito specifico su questo tema in cui si cerca di ricostruire scientificamente il dialetto degli uomini blu di Pandora. Un dominio che ha per nome: learnnavi.org, al quale hanno contribuito già 4.300 persone. Il termine learn identifica proprio la voglia di “imparare” questa lingua studiandola nella sua complicata grammatica.

Frommer ha creato il linguaggio seguendo regole specifiche e accurate, che i fan hanno dedotto ascoltando con attenzione i dialoghi del film. Un lavoro molto accurato che è stato poi riproposto su internet con ottimi risultati. Gli studenti di Na’vi hanno infine firmato una petizione in cui chiedono a Frommer di sviluppare sia una dettagliata grammatica e sia un dizionario. Un’impresa ardua ma che porterebbe grandi ricavi nelle tasche dello sceneggiatore americano dal quale si attende ora una risposta.

Alessandro Frau