Dall’Italia arriva un virus anticancro

 E’ stato scoperto in Italia un virus anticancro geneticamente modificato, che attacca selettivamente le cellule malate e le distrugge, lasciando intatte quelle sane.

La scoperta è stata effettuata da un’équipe italiana, che ha realizzato la nuova arma antitumorale, che nella sperimentazione si è dimostrata capace di sconfiggere i tumori più aggressivi del seno e dell’ovaio, partendo dal virus herpes, lo stesso che comapre spesso sulle labbra quando si è stressati o indeboliti.

Secondo la professoressa Gabriella Campanelli Fiume, virologa dell’Università di Bologna e coordinatrice dello studio, sono già in corso vari tentativi per trasformare i virus da nemici in amici.

“Il nostro lavoro è finalizzato a usare il virus herpes per distruggere selettivamente le cellule tumorali.

 Lo abbiamo ingegnerizzato in modo che non entri più nelle cellule normali, ma solo in quelle tumoraliha ribadito la ricercatrice.

Di solito come arma per combattere i tumori si usa una versione depotenziata del virus, per renderlo innocuo per l’organismo ospite e poterlo controllare meglio.

Spesso però, in questo modo, diventa poco aggressivo anche nei confronti del tumore.

L’approccio seguito dai ricercatori bolognesi è stato differente: la virulenza è stata lasciata intatta, ma del virus è stata modificata la “chiave” di accesso alle cellule normali, sostituendola con una  ‘chiave’ che permette di entrare solo nelle cellule malate.

Ed i risultati sono incoragginati: nei test in vivo, il virus è risultato capace di distruggere i tumori più aggressivi di seno e ovaio, di cui ogni anno in Italia si riscontrano 42mila nuovi casi, di cui oltre 10mila mortali.
Wanda Cherubini