Diabete, emergenza sotto controllo

Entro il 2030 ben 435 milioni di persone in tutto il mondo dovranno convivere con il diabete, patologia che solo in Italia colpisce 2,9 milioni di persone. Ma l’Italia risulta essere tra le Nazioni potenzialmente più capaci a far fronte all’emergenza pandemia e non solo sul lato sanitario ma anche normativo.

Ieri e oggi si sta lavorando a Roma alla terza edizione del Changing Diabetes Barometer Forum 2010 proprio per poter discutere sui dati allarmanti che nonostante tutto si registrano riguardo a questa patologia.

Il diabete è stato riconosciuto a livello mondiale come una seria minaccia alla salute dell’individuo sin dall’adozione della risoluzione delle Nazioni Unite del 2006. E dal 2006 ad oggi i risultati conseguiti sono più che positivi grazie al lavoro efficiente, contemporaneo e sinergico di associazioni scientifiche, mediche e di pazienti con le Istituzioni.

Il Senato italiano invita lo Stato ad intervenire in modo concreto e il Changing Diabetes Barometer Forum Italia dal canto suo offre tutti gli strumenti adatti per una collaborazione efficiente mettendo a disposizione competenza scientifica e esperienza anche pratica per combattere il diabete.

Antonio Tomassini, presidente dell’associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione e presidente della XII Commissione Igiene e Sanità del Senato sottolinea che “Il diabete deve essere affrontato e analizzato come una pandemia globale che interessa sempre di più tutti noi. Il Changing Diabetes Barometer Forum ha avuto in questi anni il merito di coinvolgere medici, pazienti, Istituzioni e media per affrontare in modo sinergico questa patologia”.

I medici coinvolti nel Progetto e nei forum nazionali e locali sono 763, le associazioni di pazienti coinvolte 135; 219 tra rappresentanti del governo, parlamentari, agenzie del ministero della Salute, amministratori regionali e locali.

I Ministeri coinvolti sono 4 (Salute, Affari Esteri, Rapporti con le Regioni, Istruzione-Università e Ricerca) e 39 i patrocini istituzionali. I report nazionali prodotti sono 7 e il Manifesto dei diritti della persona con diabete è tradotto in 9 lingue.

Dati questi che non lasciano dubbio al lavoro che si sta facendo per arginare il problema diabete ed essere pronti per affrontarlo sotto tutti gli aspetti, scientifico, sociale e normativo…

Caterina Cariello