Fabrizio Corona a “Mattino Cinque”: “Sono un esempio per i giovani”

Il re dei paparazzi, Fabrizio Corona, l’uomo che ha fatto perdere la testa alla bellissima Belen Rodriguez, il personaggio più discusso degli ultimi tempi, il più odiato eppure sempre seguito in ogni passo che compie, dalla vita privata alle aule di tribunale.

Ospite a “Mattino Cinque” con il suo modo di fare a tratti tenero ma spesso fastidioso, dice di essere un esempio per i giovani e ne spiega il motivo: “A 25 anni ho smesso di vivere e ho lavorato venti ore al giorno per creare quella che era la mia società e il mio futuro”.

Corona crede davvero nella positività della sua figura e continua: “L’esempio che do io è quello di impegnarsi al lavoro perché io, a differenza di tanti giovani italiani che non sono figli di papà, anziché uscire tutta la vita e pensare a divertirmi, a venticinque anni ho smesso di vivere e ho lavorato venti ore al giorno per creare quella che era la mia società e il mio futuro”.

Ma, speriamo per sminuire le sue affermazioni, aggiunge: “Sono una sorta di Robin Hood: prendo ai ricchi per dare a me stesso”.

Il ritratto che emerge da questa sua intervista è quello di una persona abituata all’ottimismo, senza paure per il suo prossimo futuro, infatti dice: “Alla fine me la caverò, non farò il carcere, la mia vita si sistemerà”.

Una sola cosa sembra spaventare lo spavaldo Corona: perdere Belen, per la quale ha sempre speso solo belle parole: “Lei mi ha aiutato a tirare fuori le cose buone che ho, perché ne ho tante, e soprattutto mi ha insegnato a godermi la vita. Oltre a volerci bene abbiamo veramente un grandissima passione”.

Di certo i giovani avranno migliori esempi a cui ispirarsi.

Stefania Longo