Facebook-dipendenti : quanti ne siamo?

Ormai da molti anni abbiamo imparato che sempre più persone cadono nel vortice delle dipendenza , come quelle dalla droga e dall ‘ alcool ; il fatto preoccupante è che sta nascendo una nuova dipendenza , quella dai social network. Infatti si stanno sviluppando nuove tendenze , come controllare i propri profili su Facebook , Twitter e MySpace durante il sonno , prima di svegliarsi ed anche durante l ‘ attività sessuale con il proprio partner.
L’allarme arriva dagli Stati Uniti. Una rinomata azienda californiana , la Retrevo, ha condotto un sondaggio su un campione di mille consumatori per analizzare il loro rapporto con il social network. Il dato più incredibile è che il 7% degli intervistati dichiara di controllare il proprio stato anche durante i rapporti intimi con il proprio partner ; la percentuale aumenta all ‘ 11% tra i minori di 25 anni.

Questa sembra essere una vera e propria patologia ; infatti il 40% degli intervistati ammette di controllare Facebook subito dopo il loro arrivo a casa . Anche se la situazione diventà più seria se si considera i giovanissimi , i quali mandano messaggi anche mentre sono in bagno oppure in ufficio.

Dai social network non ci si separa neanche di notte. Infatti circa il 50% del campione afferma di controllare e aggiornare il profilo su  Twitter dopo essere andato a dormire, o appena svegli. Anche qui tra i minori di 25 anni la percentuale aumenta. Il social network diviene la priorità del mattino , prima del caffe’,  soprattutto tra gli utenti che utilizzano l’ Iphone , il telefonino della Apple , che nel 28% dei casi si collegano durante il sonno. Per uno su quattro, inoltre, Facebook e Twitter sostituiscono la tv e i giornali.

La tendenza continua durante tutto l’ arco della mattinata : il 12% controlla il proprio profilo ogni due ore, percentuale che sale al 18% tra i minori di 25 anni . Sempre tra i giovani il 20% aggiorna il proprio profilo più di dieci volte al giorno.

Davide D’Alessandro