Un week-end al cinema tutto in famiglia

Oltre al già citato Happy Family di Gabriele Salvatores, questo week-end, in prossimità della domenica delle palme, è chiaramente all’insegna delle pellicola a tema familiare.

Tra questi spicca (probabilmente per bruttezza) Daddy Sitter, una commedia prodotta dalla Disney, interpretata da due grandi attori del cinema americano: Robin Williams e John Travolta.

Williams e Travolta sono due grandi amici (un divorziato sfortunato in amore e uno scapolo che ama divertirsi), che vedono le loro esistenze stravolte quando a sorpresa devono prendersi cura di due gemelli di sei anni (Ella Bleu Travolta e Conner Rayburn), in un momento critico della loro esistenza, ovvero quando sono sul punto di concludere il miglior affare della loro vita.

Due uomini che non sanno proprio che pesci prendere, hanno difficoltà a occuparsi dei gemelli e compiono un disastro dopo l’altro, ma forse questa esperienza li aiuterà a comprendere meglio quello che è veramente importante nella vita. Una sceneggiatura forse un po’ povera per una commedia che risulta fruibile forse grazie alla presenza dei due attori, che tuttavia paiono sprecati.

Altra uscita di oggi è La première étoile – commedia francese che ha avuto enorme successo in patria –  in cui Jean-Gabrial è un uomo sposato, padre di 3 bambini. Un uomo povero che un giorno decide di accontentare la figlia che vuole fortemente andare a sciare. Da qui i problemi con la moglie, dalla quale viene abbandonato. Il film è diretto da Lucien Jean-Baptiste, con Firmine Richard, Lucien Jean-Baptiste e Anne Consigny.

Infine Dragor trainer, il nuovo e acclamato film d’animazione della Dreamworks, adattato dal romanzo di Cressida Cowell e diretto da Dean DeBlois e Chris Sanders, registi di Lilo & Stitch. Nel film l’adolescente vichingo Hic vive sull’isola di Berk, dove combattere i draghi è uno stile di vita, ma quando incontra un drago ferito, il suo mondo e le sue convinzioni vengono stravolti, e questa sarà un’occasione per decidere un futuro diverso di tutta la sua tribù.

Claudia Fiume