Valerio Scanu: si esibisce al concerto “C’e’ piu’ sicurezza insieme! Un click…per te”

Il vincitore del 60º Festival della Canzone Italiana, Valerio Scanu, continua a vivere, meritatamente, dei momenti magici, frutto della sua determinazione nello scalare un mondo, come quello della musica, oggi tutt’altro che semplice.

Il cantante sardo, infatti, pur essendo veramente tanto giovane, ha dimostrato di possedere tutte le carte in regola per farsi posto, e che posto, nella classifica degli album più venduti.

Passati i tormentoni che lo volevano rivale di Marco Carta, sbollita la rabbia per le solite dichiarazioni contro il suo talento e contro tutti coloro i quali, come il maddalenino, provengono dai vari talent show che la televisione mette in onda, Valerio può finalmente godersi il successo, ovviamente continuando a lavorare duramente.

Giovane, carino, grintoso, senza passati (veri o presunti) sconvolgenti, Scanu si sta dimostarndo un ragazzo dotato di fermezza e di caparbietà, un esempio, secondo molti suoi fan più avanti con gli anni, per tutti gli adolescenti e non solo.
Per questo motivo il cantante sardo è stato invitato a partecipare al concerto che la Polizia di Stato ha organizzato a Roma, nell’ambito di realizzazione di un progetto sulla legalità dedicato ai ragazzi delle scuole medie di primo e secondo grado provenienti da tutta Italia, il cui tema quest’anno è centrato sulla sicurezza in internet.

Quest’anno è stato inoltre riservato uno spazio speciale ai ragazzi, sono stati loro i protagonisti, potendosi esibire in una sorta di “minitalent”.

Tre giovani, infatti, già selezionati hanno potuto cantare i brani dei loro idoli accompagnati dalle note della banda Musicale della Polizia di Stato e sono stati valutati da una giuria d’eccezione composta dall’attore Riccardo Scamarcio, da Mara Maionchi e da Peppe Vessicchio.

In un’intervista concessa al sito web www.poliziadistato.it, Valerio ha dichiarato: “Io sono nato negli anni ’90 e ho iniziato ad usare il computer nel 2000 ma al 60 %, mentre ora lo uso al 100% per la posta, Facebook, Myspace“.

Il ventenne sardo ha anche parlato di rischi ed insidie che si nascondono dietro la navigazione ed ha consigliato ai più piccoli: “fatevi seguire dai genitori quando navigate sul web, perché è giusto essere tecnologici ma è importante anche rimanere sempre in allerta“.

Dopo la puntualizzazione sui download illegali che appaiono come delle semplici “furbate”, ma che in realtà configurano veri e propri reati, l’ultima considerazione è per i tipici e ormai sempre più frequenti ragazzi che si fanno coinvolgere nelle più tragiche situazioni: “Tutte le forme d’amore per i genitori, per la famiglia, per un amico, per la musica ti lasciano sempre un segno positivo, rispetto ad altre scappatoie“, ha detto fermamente Valerio.

E.l.