Al via a Viterbo la manifestazione enogastronomica DolceGusto

Trionfo di pani e dolci tipici del Marchio Tuscia Viterbese nel quartiere San Pellegrino, a Viterbo, per “DolceGusto”, l’evento organizzato in questo fine settimana dalla Camera di Commercio di Viterbo in collaborazione con l’Associazione provinciale Panificatori e il Comune di Viterbo

Un tuffo nelle golosità delle tradizioni gastronomiche della provincia di Viterbo tra ciambelle all’anice della Tuscia, ciambelline al vino e all’anice, pizza di Pasqua della Tuscia, tozzetti di Viterbo, pane casareccio sciapo, pizza bianca strascinata, cioccolato della Tuscia viterbese, pane di semola di grano duro, pane nero di Monteromano, paste al limone di Monterosi, biscotto di Sant’Anselmo di Bomarzo. 

Ad inaugurare la manifestazione il presidente della Camera di Commercio Ferindo Palombella, il sindaco di Viterbo Giulio Marini, l’assessore regionale Giuseppe Parroncini, il presidente dell’Ass. provinciale panificatori Claudio Cavalloro, il segretario della CNA Adalberto Meschini, l’assessore comunale Giovanni Arena, il direttore di Confartigianato Andrea De Simone, il segretario della Camera di Commercio Franco Rosati e il presidente del Comitato di gestione del Marchio Tuscia Viterbese Sergio Fornai

Nella giornata di domani, domenica 28 marzo, saranno proposte degustazioni guidate dal maestro pasticciere Francesco Favorito con pani e pizza bianca strascinata, abbinati ai salumi, formaggi tipici e vini DOC e IGT del Marchio collettivo Tuscia Viterbese (ore 18,30).

Il programma prevede anche le degustazioni itineranti “Viterbo da gustare” nel centro storico con la collaborazione degli esercizi specializzati nella vendita di prodotti tipici: pane a lievitazione naturale, schiacce salate e pizza salata e di Pasqua con in salumi della Tuscia (TrediciGradi, ore 11); “Gojieria di dolci, dal tozzetto alla pizza di Pasqua con un pizzico di follia” (Ejelo, ore 16); pane e dintorni, i prodotti da forno della Tuscia (MagnaMagna, ore 17).

Wanda Cherubini

“DolceGusto è la prima iniziativa di un nutrito calendario – dichiara Ferindo Palombella – che intende valorizzare prodotti tipici di qualità e aziende nel centro storico di Viterbo, rafforzando il legame con il territorio e svolgendo un’azione di promozione del turismo enogastronomico”.

Ad arricchire l’esposizione i manufatti artistici a tema realizzati da maestri artigiani delle aziende aderenti al Marchio collettivo Tuscia Viterbese, tra cui un gruppo di stampi in ceramica per dolci e pani devozionali riprodotti dagli artigiani di Artistica.