Anffas: III Giornata nazionale della disabilità intellettiva e/o relazionale

Si svolgerà domani, domenica 28 marzo, nelle principali piazze italiane la III Giornata nazionale della disabilità intellettiva e/o relazionale organizzata da Anffas Onlus, l’Associazione nazionale di famiglie che tutela le persone con questo tipo di disabilità. Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare i cittadini nei confronti di questa tematica, distribuire materiale informativo sulle attività dell’associazione ma anche intercettare i disabili, i loro familiari, ma anche gli operatori del settore per poter fornire loro del materiale formativo. Come si legge dal comunicato stampa:l’iniziativa serve a dare impulso all’evoluzione delle comunità, per fare in modo che queste siano realmente accessibili e fruibili, in tutti i loro aspetti, da ognuno dei propri membri”.

 “La manifestazione sarà anche l’occasione per invitare ad una riflessione su quella che noi definiamo una deriva sociale e culturale che la nostra società sta vivendo e nella quale regnano, ormai, sovrani ignoranza, intolleranza e paura dell’altro, senza alcun rispetto per le sue diversità – è quanto afferma  Roberto Speziale, presidente nazionale Anffas Onlus, che aggiunge – sarà l’occasione, infatti, per riflettere sulle ultime vicende riportate dalla cronaca che narrano di episodi di intolleranza, violenza e bullismo, non ultima la creazione di un gruppo sul social network facebook ‘Giochiamo al tiro al bersaglio con i bambini down'”. 

Sempre Speziale, in un comunicato diffuso dall’associazione, spiega quali saranno i temi cardine dell’edizione 2010 dell’iniziativa: “Se consideriamo quanto ormai universalmente affermato dai più evoluti paradigmi scientifici, culturali e normativi in materia, che sanciscono che la disabilità è una situazione di salute in un contesto sfavorevole, comprendiamo quanto sia fondamentale il ruolo dell’ambiente (che può essere ambiente fisico, ma anche culturale, economico e sociale) nel generare inclusione sociale oppure esclusione, discriminazione e marginalità”.

Saranno perciò l’inclusione e l’ambiente sociale i temi fondamentali di cui parleranno domani i volontari delle oltre 240 strutture associative Anffas che parteciperanno all’iniziativa che, ricordiamo, si svolgerà in oltre 80 piazze e sarà patrocinata dal Segretariato Sociale Rai.

di Roberto D’Amico