Film in televisione: “La casa nera”

La duttile mente del regista Wes Craven ha partorito, in tanti anni di stimata carriera, prodotti diversissimi ma sempre orrorifici. Questa sera, alle ore 23:50, il canale satellitare SkyCinema Fantasy trasmetterà la pellicola, del 1991, “La casa nera” (titolo originale “The people under the stairs”). Il lungometraggio è interpretato da Brandon Adams e Everett McGill ed è una storia a metà tra il racconto per bambini e il classico horror.

Il tredicenne Poindexter, soprannominato “il Grullo“, è stato sfrattato dalla sua casa nel ghetto. Venuto a conoscenza dell’esistenza di un’abitazione colma di gioielli e monete d’oro, cerca di svaligiarla con due complici. Ma colti con le mani nel sacco dai proprietari, si rendono conto di trovarsi in una casa di torture. L’importante adesso è riuscire a salvarsi…

Come anticipato dal titolo stesso, la grande trovata della pellicola sta nella casa: diversamente dalle altre abitazioni maledette che popolano il cinema horror, questa villetta è fatta di labirintici cunicoli, intercapedini, scivoli, comignoli orizzontali e verticali e canali di aerazione. Una vivente macchina di torture! Ciò rende la pellicola molto simile ai film d’avventura dei primi anni ’90.

Il lungometraggio, lontano dall’essere un classico dell’horror, tratta temi caldi a palate: dal dramma sociale intriso di razzismo, al racconto di avventura e spavento fino ad un tragico finale anticapitalistico. Tutti gli elementi sono conditi da un’ironia da black comedy che non guasta in una produzione in parte favolistica e che rende omaggio, tramite il personaggio di Alice, alla fabia del paese delle meraviglie.

A prima vista poco serio, il film ha riscosso abbastanza successo tra i critci tanto che ne è stato progettato un remake. Per il film verrà stabilito un budget di partenza di 15 milioni di dollari. Lo aspettiamo sia perchè sarà ancora diretto da Wes Craven sia per vedere come un film come la “La casa nera” prende forma nel nuovo millennio!

Valentina Carapella