Juventus, Del Piero: “non siamo rassegnati”

La Juventus continua ad essere in crisi profonda ed il cambio di allenatore, puntando su Alberto Zaccheroni, non ha portato alle soluzioni auspicate e sperate dai tanti tifosi bianconeri.
A venire in contro a questi ultimi ci pensa però il capitano Alex Del Piero, ultima bandiera di un calcio romantico come Francesco Totti per la Roma e unico a metterci la faccia in questo momento molto delicato della vecchia signora. “Non siamo rassegnati. Non sono rassegnato. Abbiamo preso tante sberle, ma non e’ finita e siamo ancora in piedi”.
E continua, tramite il suo sito internet. “ Questi sono i numeri che dobbiamo avere ben presenti . – 3 (anzi 4, per via degli scontri diretti), i punti che ci separano dalla Champions e 24, i punti che rimangono in palio prima della fine del campionato. Questa non vuole  essere  una giustificazione per quello che e’ accaduto finora, ma l’unica strada per invertire la rotta”.

Intanto, i tifosi esasperati dalla situazione hanno dato vita ad una contestazione tramite volantini lasciati sotto la sede del club.  “Via la dirigenza”. Questo è quanto scritto la scorsa notte da ignoti tifosi su una gran quantità di volantini lasciati sotto la sede juventina. I volantini, secondo la Digos, sarebbero stati lasciati intorno alle 3 di notte.
Vergogna! La dirigenza vada via“. E ancora, “Mai così in basso in 103 anni di storia”, scrivono gli autori della protesta.

 Quanto scritto dai sostenitori è al pura verità visto che in tutti gli anni della storia bianconera non si ricorda un’annata cosi travagliata, eccezione fatta per la nefasta stagione sotto la guida tecnica di Gigi Maifredi nel 1990/1991. Partita con la pesante sconfitta casalinga per 5 a 1 contro il Napoli di Maradona nella finale di SuperCoppa e chiusa in campionato con un indegno settimo posto.