Paura a Mosca: fumo nella metropolitana fa evacuare 600 persone

Un fumo denso che dal tunnel invade le carrozze della metropolitana a Mosca. Una grande paura per le migliaia di persone che quotidianamente usano il mezzo pubblico per spostarsi nell’immensa capitale russa. Questa mattina il panico è diventato realtà. I numerosissimi pendolari che si servono della metropolitana per spostarsi nelle varie zone della città hanno osservato il fumo spargersi intorno a loro seminando il panico e lo spavento. Soprattutto perché il metrò è uno degli obiettivi possibili per gli attacchi terroristici contro il mondo occidentale.

In realtà le cause non paiono umane e con finalità d’attentato. I mezzi di comunicazione russi parlano di un possibile corto circuito dovuto ancora a cause da accertare. Un malfunzionamento causato probabilmente dall’usura delle componenti elettriche che determinano il funzionamento corretto del mezzo. Le autorità ufficiali hanno confermato questa indiscrezione, lasciando però ampi interrogativi che devono essere vagliati e confermati da perizie specifiche.

L’episodio si e’ verificato nel tratto tra le stazioni di Semionovskaia ed Elektrozavodskaia, particolarmente frequentato dai passeggeri sovietici diretti alla loro sede di lavoro o studio. l’incidente ha comportato l’interruzione della linea per circa un’ora e mezza, con evidenti e palesi disagi ai clienti. Un blocco necessario ai fini di identificare e correggere il pericoloso malfunzionamento.

Per procedere agli accertamenti sono state evacuate 600 persone, alcune delle quali sono state invitate a recarsi nei vari ospedali della zona. Non si registrano “feriti” ma solo qualche lieve intossicazione dovuta al fumo che in alcune carrozze è stato più intenso e concentrato.

La metropolitana di Mosca fu aperta il 15 maggio del 1935 dopo un trentennio di lavoro. La lunghezza della prima linea fu di solamente di 11 km mentre attualmente la lunghezza totale delle undici linee  è di 246 km, coprendo quasi interamente il perimetro della grande metropoli russa. Oggi è considerata una delle più belle dal punto di vista architettonico e funzionale.

Alessandro Frau