Roma-Inter, probabili formazioni: Sneijder ci sarà, Menez trequartista


Ci siamo, la sfida dell’anno è vicinissima. In un Olimpico stracolmo in ogni ordine di posto, si affronteranno le due protagoniste della stagione, i nerazzurri hanno dominato la prima parte, i giallorossi la seconda riuscendo in una rimonta che ha quasi dell’impossibile. Alla vigilia della gara di andata il distacco tra le due squadre era di 14 punti, ora ridotto soli a 4, un miracolo che ha il nome e il volto di Claudio Ranieri, che anche quest’anno si conferma il vero anti Mourinho.
Tanti dubbi affliggono i due tecnici sulle formazioni da mandare in campo. Ranieri sfoglia la margherita: uno tra Menez, Perrotta e Taddei dovrà restare fuori. L’ipotesi più probabile è la conferma del francese come trequartista alle spalle di Toni e Vucinic. Il centrocampo a rombo sarà completato con ogni probabilità da Pizarro vertice basso, e Perrotta e De Rossi sugli esterni. Solo panchina per Francesco Totti, convocato dopo 42 giorni di assenza.
Il cruccio di Mourinho si chiama Wesley Sneijder: l’olandese sembra essersi ripreso dall’infiammazione all’adduttore che lo ha costretto a saltare la gara con il Livorno, e al 90% partirà titolare. Se il “falco di Utrecht” non dovesse farcela, è pronto Goran Pandev, il macedone verrebbe impiegato come trequartista alle spalle della coppia Milito-Eto’o. Dovrebbe essere in campo anche Cristian Chivu, questo permetterà a capitan Zanetti di giocare a centrocampo affianco a Cambiasso e Thiago Motta, preferito a Stankovic, dopo l’ottima prestazione con il Livorno. Il serbo potrebbe giocare titolare solo in caso di un eventuale forfait di Chivu.

Si gioca alle ore 18, arbitrerà l’incontro il signor Morganti.

Ecco le probabili formazioni che scenderanno in campo:

ROMA (4-3-1-2): Julio Sergio, Cassetti, Burdisso, Juan, Riise; De Rossi, Pizarro, Perrotta; Menez; Vucinic, Toni. All. Ranieri

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar, Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta; Sneijder; Eto’o, Milito. All. Mourinho

Miro Santoro