Cinema, appena 88 sterline di incasso per il nuovo film della Thurman

Flop per il nuovo film di Uma Thurman, “Motherhood”. Nella prima settimana di proiezione in Inghilterra ha incassato infatti solo 88 sterline, poco meno di 98 euro.

La pellicola, scritta e diretta da Katherine Dieckman, non è andata meglio negli Stati Uniti. Basti pensare che da ottobre a oggi ha incassato appena 40mila dollari al box office americano: «Non ho mai sentito nulla del genere – ha detto la produttrice, Jana Edelbaum, al “Guardian” -. All’inizio ho pensato che stessero scherzando. È molto strano, anche perché il film non è per niente brutto». Si stupisce anche il critico cinematografico Barry Norman: «Non mi è mai capitato di assistere a un disastro del genere – ha detto al “Guardian” – anche perché non si tratta di un film indipendente, di cattiva qualità o di basso budget. Non ci sono attori principianti, ma del calibro della Thurman, con un cameo di Jodie Foster».
L’unica consolazione per l’attrice è che il record negativo non spetta a “Motherhood”: a registrare l’incasso più basso in Gran Bretagna è stato il film polacco “My Nikifor”, che nel 2007 ha portato a casa solo sette sterline.

m.e.t.