Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Earth Hour, il black out volontario promosso dal Wwf

CONDIVIDI
L'Earth Hour a Sidney

Roma, 28 marzo. La maratona per il clima dal titolo Earth Hour, promossa dal Wwf, fa rimanere al buio per la prima volta nella sua storia (salvo piccolissimi incidenti) addirittura la Fontana di Trevi. Per intenderci, quella delle foto con Anita Ekberg, riprese dal celebre felliniano film “La dolce vita”.

Ma non è stata solo la Città Eterna, a cimentarsi con l’iniziativa mondiale ideata in sede Wwf. Più di  4.000 città per tutto il globo, 1.274 monumenti celebri di 125 diversi Paesi e, solo in Italia, 140  Comuni ed i loro edifici pubblici e privati più rappresentativi, hanno partecipato all’iniziativa.

“Una grande ola tutto intorno il mondo per dare una dolce vita al Pianeta”. Così ha commentato quanto avvenuto il presidente onorario del Wwf, Fulco Pratesi. Il black out volontario è iniziato nelle varie località ad un’ora esatta dalle 20,30, e si è propagato secondo la posizione e dunque il fuso orario di ciascuna nazione.

In Italia ricordiamo solo, tra le tante meraviglie oscurate per una sera, la Mole Antonelliana a Torino, il Castello Sforzesco e il Pirellone a Milano, Palazzo Vecchio a Firenze, la Torre di Pisa e la Piazza dei Miracoli, la Valle dei Templi di Agrigento, l’Acquario di Genova, il Castello Visconteo a Trezzo sull’Adda, il Castello di Monteriggioni, Piazza Sant’Oronzo a Lecce, la Torre San Pancrazio a Cagliari e il Palazzo Comunale di Palermo. Nel resto del mondo, fra le numerosissime meraviglie al buio che vale la pena ricordare, hanno partecipato all’evento la Città Proibita di Pechino e le Piramidi egizie.

Partenza dalle Isole Catham in Nuova Zelanda, ieri alle 7.45 ora italiana. E via per tutto il pianeta coinvolto interamente, per finire oggi, alle 8.30 di questa domenica, nella città di Apia, nelle Isole Samoa.

S. K.