F1: Spettacolo in Australia, vince Button

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

Ecclestone lo disse subito: “Volete i sorpassi?? Bagnate la pista!” Detto fatto. Il tempo gioca la carta della pioggia, e lo spettacolo è assicurato. Tutti con gomme intermedie, aspettando che la pista si asciughi. Al via Vettel è perfetto seguito dall’ottimo Massa. Alonso sbaglia la partenza e Button lo tocca alla prima curva. Lo spagnolo finisce in testacoda e si ritrova in fondo al gruppo. Stessa sorte per Schumacher che deve cambiare subito l’alettone a causa di un contatto. Le Red Bull intanto mostrano la loro ottima forma, Massa non riesce a tenere il loro ritmo. Ma pochi giri dopo Kobayashi perde l’alettone anteriore e tampona la Williams di Hulkenberg. Safety Car in pista e distacci annullati.

Qui si entra nella seconda parte della gara. Gli inglesi della Mclaren azzardano la sosta anticipita a Button e il cambio gomme. Inizialmente pare una pazzia, ma dopo si capirà che mossa migliore non potevano fare. Alonso intanto è scatenato. Sorpassa avversari su avversari, neache Schumacher riesce a tenere il suo ritmo. Vettel controlla la gara, ma la pista và asciugandosi e tutti decidono di cambiare gomme. Button recupera e alla fine si ritrova secondo, seguito dal sorprendente Kubica. Massa ha problemi di trazione e perde terreno con Webber e Hamilton che si fanno minacciosi alle sue spalle. Massa resiste finchè Hamilton lo sorpassa deciso in rettilineo e raggiunge la terza posizione. Webber invece è fin troppo combattivo e incappa in eccessivi errori. Alonso raggiunge intanto la settima posizione, Schumacher rimane nel traffico.

Ma i colpi de scena non sono finiti. Al ventiseiesimo giro il leader Sebastian Vettel ha un problema all’impianto frenante e finisce nella sabbia. Gara finita. Button quindi si ritrova al comando e non sbaglierà niente fino alla fine. Dietro intanto è guerra. Hamilton è costretto ad un’altro cambio gomme  come Webber. Rientrano indietro, ma giri veloci e ottimi sorpassi li portano sino ad Alonso, ora quarto dietro proprio l’altro ferrarista Massa. Qualche giro di studio poi Hamilton rompe gli indugi. Cerca il sorpasso in rettilineo, ma Alonso stacca forte. L’inglese è costretto a frenare e viene tamponato da Webber. Ne approfitta Rosberg che agguanta la quinta posizione. Tutto rimarrà invariato fino alla fine, con Button vincitore e Kubica secondo. Le due Ferrari in terza e quarta posizione. Hamilton alla fine è sesto, Webber invece è solo nono.

Gran Premio da cardiopalma, sorpassi e emozioni. Bellissimo. Quando vuole la F1 riesce a far di nuovo innamorare, ed è proprio questo che i fan vogliono. Qui sotto la classifica finale:

  1. Jenson Button       (Gbr/Mclaren)          Winner
  2. Robert Kubica             (Pol/Renault)                +12.0 sec
  3. Felipe Massa                 (Bra/Ferrari)                +14.4 sec
  4. Fernando Alonso        (Esp/Ferrari)               +16.3 sec
  5. Nico Rosberg                (Ger/Mercedes)          +16.6 sec
  6. Lewis Hamilton            (Gbr/Mclaren)            +29.8 sec
  7. Vitantonio Liuzzi         (Ita/Force India)       +59.8 sec
  8. Rubens Barrichello      (Bra/Williams)            +60.5 sec
  9. Mark Webber                  (Aus/Red Bull)           +67.3
  10. Michael Schumacher   (Ger/Mercedes)         +69.3
  11. Jaime Alguersuari         (Esp/Toro Rosso)     +71.3
  12. Pedro de la Rosa             (Esp/Sauber)              +74.0
  13. Heikki Kovalainen          (Fin/Lotus)                  2 giri
  14. Karun Chandhok             (Ind/HRT)                    5 giri

Per quanto riguarda le classifiche piloti Alonso rafforza la ledership e Massa si avvicina, Vettel decade.

  1. Fernando Alonso           37 punti
  2. Felipe Massa                          33 punti
  3. Jenson Button                       31 punti
  4. Lewis Hamilton                    23 punti
  5. Nico Rosberg                        20 punti
  6. Robert Kubica                      18 punti
  7. Sebastien Vettel                   12 punti
  8. Michael Schumacher          9 punti
  9. Vitantonio Liuzzi                  8 punti
  10. Mark Webber                         6 punti
  11. Rubens Barrichello              5 punti

Classifica costruttori con Ferrari prima e Mclaren in crescita, Red Bull in difficoltà.

  1. Ferrari                 70 punti
  2. Mclaren                 54 punti
  3. Mercedes GP       29 punti
  4. Renault                  18 punti
  5. Red Bull                 18 punti
  6. Force India           8 punti
  7. Williams                  5 punti

Riccardo Cangini