Home Sport Motori

SBK, Gara 2: Un Biaggi scatenato conquista Portimao

CONDIVIDI

La Aprilia è riuscita nell’intento di conquistare entrambe le gare in un unico appuntamento mondiale. La forma di Biaggi e della sua Aprilia è invidiabile. La Suzuki si conferma una squadra forte, mentre le Ducati questo week-end sono rimaste nelle retrovie. Come Gara 1, vi erano quattro piloti in lotta per la vittoria, e infatti appena i semafori si spengono Biaggi esegue una partenza perfetta e guida il gruppo dei primi. Dietro Haslam e Rea su Honda, pochi centesimi dietro Crutchlow e il sorprendente Checa.

Questo quintetto comincia a girare molto forte, staccando tutti gli altri. Corser fa il possibile per evitare di perdere contatto con i primi, ma la sua BMW deve ancora crescere. Intanto nelle retrovie sopraggiungono Toseland su Yamaha e Haga su Ducati. I giri passano e la situazione non cambia, con Biaggi a tenere l’andatura e Haslam subito dietro, mentre Rea accusa un leggero ritardo. Ma ecco che improvvisamente proprio il motore di Rea cede e costringe l’inglese ad un triste ritiro. Il quartetto di testa ha sempre più margine, mentre dietro Haga inizia a battagliare con Toseland, duello che continuerà fino alla fine.

A metà gara Biaggi sbaglia una frenata e va’ lungo. Haslam ne approfitta immediatamente e cerca di sfuggire dai suoi inseguitori. Per qualche giro pare riuscirci, ma Biaggi prima si libera facilmente del pilota Yamaha Crutchlow, e dopo poco agguanta il pilota Suzuki, passandolo in rettilineo e tornando prepotentemente in testa. Da qui in poi Haslam cercherà in ogni mezzo di superarlo, ma Biaggi oggi pare imbattile. Non sbaglia niente, controlla i suoi avversari e vince meritatamente anche gara due. Haslam secondo ma guadagna importanti punti in ottica mondiale. Primo podio Yamaha con l’ottimo Crutchlow. Haga non riesce a battere Toseland e finisce ottavo. Fabrizio solo undicesimo, mai in forma in questo appuntamento.

Con questa ottima prestazione l’Aprilia rinasce e torna alla ribalta come una delle migliori squadre della Superbike, mentre Biaggi fa ben sperare per il mondiale. Qui sotto la classifica finale:

  1. Biaggi M.             (Ita/Aprilia)
  2. Haslam L.           (GBR/Suzuki)
  3. Crutchlow C.       (GBR/Yamaha)
  4. Checa C.               (ESP/Ducati)
  5. Camier L.             (GBR/Aprilia)
  6. Toseland J.         (GBR/Yamaha)
  7. Byrne S.                (GBR/Ducati)
  8. Haga N.                (JPN/Ducati)
  9. Guintoli S.            (FRA/Suzuki)
  10. Corser T.               (AUS/BMW)
  11. Fabrizio M.           (ITA/Ducati)
  12. Xaus R.                  (ESP/BMW)
  13. Sykes T.                  (GBR/Kawasaki)
  14. Lanzi L.                  (ITA/Ducati)
  15. Neukirchner M.     (GER/Honda)
  16. Scassa L.                 (ITA/Ducati)
  17. Hayden R.               (USA/Kawasaki)
  18. Baiocco M.              (ITA/Kawasaki)
  19. Tamada M.              (JPN/BMW)
  20. Pitt A.                        (AUS/BMW)

Riccardo Cangini

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram